Attualità

Crotone: La politica del controsenso

Cumuli di foglie, sterpaglie lungo via Giacomo Matteotti.
E’ quel che resta dell’attività svolta questa mattina dagli addetti al verde pubblico lungo l’arteria cittadina.
A chi spetta il compito di raccoglierli e smaltirli?
E’ l’interrogativo che l’Amministrazione comunale dovrebbe sciogliere, soprattutto dopo aver diramato l’ordinanza relativa alla manutenzione delle aree private.
Nell’ordinanza si sottolinea che, i proprietari dei terreni incolti devono provvedere al taglio, effettuare la manutenzione, rimuovere gli accumuli , inoltre si informa i cittadini che sono previste sanzioni per i trasgressori che vanno da un minimo di 50 € ad un massimo di 500 €.
Un vero e proprio controsenso se poi gli addetti al verde pubblico svolgono il loro compito fermandosi a metà dell’opera.
Il recupero della vivibilità e del decoro cittadino parte anche da qui.
Occorrerebbe infatti che al termine del lavoro svolto, dagli addetti al verde pubblico, chi di competenza si occupasse della raccolta e dello smaltimento degli accumuli, evitando così spettacoli poco decorosi e che in giornate ventilate i rifiuti vengano sparsi ovunque dal vento.