Cronaca

Crotone, Iritale su inchiesta “Gettonopoli: “prosciolto da 36 fatti di imputazione e rinviato a giudizio per un fatto burocratico”

Riceviamo e pubblichiamo

“In merito alla vicenda Gettonopoli- Comune di Crotone del ciclo amministrativo 2014 con Sindaco Avv. Peppino Vallone-, mi permetto di rilasciare alcune dichiarazioni in merito alle imputazioni che mi sono state ascritte.

Preciso che sono stato prosciolto da ben 36 fatti di imputazione e rinviato a giudizio, solamente per un fatto in cui, peraltro, non mi viene addebitata alcuna indebita percezione di denaro, ma accusato solamente di aver sottoscritto i prospetti di presenza mensili dei consiglieri comunali componenti della seconda commissione bilancio, cosi come dovuti per legge.

In pratica .nella qualità di presidente della suddetta commissione, ero tenuto, nel rispetto della normativa vigente, a comunicare agli Uffici di Ragioneria del Comune, solo e soltanto a sottoscrivere i prospetti di presenza mensili dei consiglieri comunali facenti parte della commissione bilancio.

Nel merito la mia responsabilità era limitata esclusivamente ad una mera funzione di comunicazioni burocratiche e precisamente copia verbali delle singole riunioni tenute con firma dei consiglieri presenti, al fine di consentirne la liquidazione.

La presente comunicazione è limitata a questa precisa considerazione ,con la certezza di restare estraneo ad eventuali reati.

Il tutto, anche per tranquillizzare i parenti e gli amici di sempre, della mia trasparenza e limpidezza istituzionale nelle diverse occasioni quando sono stato impegnato in cariche amministrative di rilevante impegno. Per il resto non mi sento assolutamente graffiato dalle prime considerazioni prodotte dalle autorità competenti.

Nella prossima puntata sarà tutto chiarito, convinto della trasparenza ed onestà istituzionale sempre presente nelle responsabilità che hanno caratterizzato le diverse cariche istituzionali ed anche quelle private.”

Sergio Iritale