Cultura & Spettacolo

Crotone, intitolato a Gianluca Canonico il laboratorio di navigazione aerea all’Istituto Mario Ciliberto

Un’opportunità unica nel suo genere, un’opportunità che l’Istituto tecnico Trasporti e Logistica Mario Ciliberto di Crotone offre al territorio e ai suoi studenti. È stato inaugurato infatti il laboratorio di navigazione aerea in memoria di Gianluca Canonico giovanissima vittima della mafia che proprio nel giorno dell’inaugurazione avrebbe compiuto quarantacinque anni. Un laboratorio all’avanguardia che permette le simulazioni di volo ed il lavoro a terra quello che si esercita nelle torri di controllo. Ventitre postazioni che danno agli alunni la possibilità di imparare quanto più possibile, di essere pronti poi per il volo vero e proprio. Non poteva mancare anche la postazione della stazione metereologica. Emozionati, ma con la sicurezza che li contraddistingue gli studenti dell’istituto hanno preso posto ai simulatori ed hanno mostrato quanto conoscono e una parte del potenziale di queste macchine che li preparano ad una professione tanto affascinante quanto vincente. Il settore aereonautico è in forte crescita, la domanda di personale qualificato non è ancora soddisfatta.
Il laboratorio è stato benedetto dal diacono Giuseppe Sestito che ha evidenziato la sensibilità della scuola di voler intitolare la sala ad una giovane vittima innocente della mafia, molto emozionati i familiari che non si sarebbero persi per niente al mondo questo evento. Presenti anche i genitori del piccolo Dodò Gabriele altra vittima innocente della mafia, anche loro sensibili e sempre presenti quando c’è da dare un segno tangibile contro tutte le mafie.
Soddisfatto per questa nuova ricchezza dell’istituto il dirigente scolastico Girolamo Arcuri che da buon padrone di casa ha ceduto l’onore di tagliare il nastro alla dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Angela Mazzeo.
Se l’importanza di una struttura si può misurare anche in base alle personalità presenti all’inaugurazione, allora il laboratorio di navigazione aerea si può ritenere una struttura fondamentale per il territorio, erano presenti infatti il comandante della Capitaneria di porto di Crotone Giovanni Greco, due marescialli dell’aeronautica di Crotone, esponenti del comitato cittadino Aeroporto Crotone, dell’associazione Libera, molti insegnanti dell’istituto e molti studenti vogliosi di iniziare con le simulazioni.
Un laboratorio che deve essere una ricchezza per la città, un’opportunità che tutti gli studenti non devono lasciarsi sfuggire.