Cronaca

Crotone, in 112 in piazza danno vita alla maratona oratoria contro la riforma sulla prescrizione

Una giornata intera per chiedere l’abolizione della riforma della prescrizione che sarà in vigore dal 1° gennaio 2020. È quanto hanno chiesto ben 112 tra avvocati, magistrati, operatori del diritto, docenti universitari, dirigenti scolastici, giornalisti provenienti da tutta la Calabria.
I professionisti si sono alternati, nella giornata del 20 dicembre, in piazza della Resistenza a Crotone, nel corso della maratona organizzata dalla Camera penale di Crotone.
“Il pericolo – ha detto Aldo Truncé presidente della Camera penale di Crotone – è che con l’abolizione della prescrizione dopo il processo di primo grado, si resti imputati a vita sia in caso di condanna che di assoluzione”. Tra gli interventi anche quello del procuratore della Repubblica di Crotone, Giuseppe Capoccia. “Invece di curare il malato – ha detto – si rompe il termometro per non misurare la febbre. Bisogna trovare sistemi per velocizzare i processi e permettere alla macchina della giustizia di funzionare rendendola più efficiente iniziando a depenalizzare reati che intasano gli uffici giudiziari”. Hanno partecipato tra gli altri anche il Garante comunale dei detenuti, Federico Ferraro, Domenico Bilotta docente di diritto dell’Università della Magna Grecia, avvocati della Camera penale di Catanzaro e Vibo Valentia, gli aderenti all’Aiga (Associazione italiana giovani avvocati). Proposte iniziative di protesta tra cui anche il blocco dei processi. 11 ore di maratona, una splendida manifestazione che è riuscita ad attirare l’attenzione anche di chi non è abituato a riti e cavilli e codici.