Cultura & Spettacolo

Crotone, il Museo Pitagora teatro di un evento senza precedenti tra arte, musica e solidarietà

Musica, arte e solidarietà sono stati i protagonisti indiscussi del Santo Stefano crotonese. Una giornata speciale in cui centinaia di giovani hanno riempito le sale del Museo Pitagora dalle 18:00 fino a tarda notte dando vita ad un evento senza precedenti all’insegna della cultura e del divertimento.

Merito del party – mostra organizzato da Pure Club Culture & Somewhere aps che, grazie alla disponibilità del Consorzio Jobel e la collaborazione dello staff del Mara Bistrò, hanno trasformato le sale del museo dedicato al matematico di Samo in un vero e proprio club ispirato agli scenari underground delle metropoli europee e impreziosito dalle opere suggestive del giovane POLI, al secolo Matteo Policastrese, artista crotonese che attraverso il suo pennarello esprime tutto ciò che immagina in stile doodle e per l’occasione ha esposto e messo all’asta otto opere dedicate a Pitagora, destinando il ricavato dell’opera più proficua alla Fondazione per la ricerca della fibrosi cistica “Vita in te ci credo”.

Un appuntamento inedito animato dallo show musicale di ben 10 dj e avvolto da un’atmosfera armoniosa, ordinata e a tratti surreale, visto lo stupore dei tanti giovani presenti, universitari e non, che dopo aver partecipato all’evento, ritornando nella propria terra natia per le festività natalizie, hanno riscoperto con curiosità il fascino di un luogo magico ma troppo spesso sottovalutato e, perché no, un nuovo concetto di movida. Quello che non si basa solo ed esclusivamente su serate notturne e cliché discotecari ma cerca di spingersi oltre, provando a dare qualcosa in più alla comunità giovanile legando la musica ai luoghi culturali, l’arte al divertimento. Accorciando le distanze, per una volta, tra Crotone e le più innovative capitali europee.