Cronaca

Crotone: I lavoratori di Gestione Servizi avviano lo sciopero della fame

Non ricevono lo stipendio da 13 mesi e sulla loro testa pende il licenziamento.
Sono i dipendenti della Gestione servizi spa, società in house della provincia di Crotone, in liquidazione dal 2015, che da questa mattina hanno avviato lo sciopero della fame.
Diverse le manifestazioni di protesta che questi lavoratori stanno, di volta in volta mettendo in atto senza suscitare l’interesse di alcuno.
Quello che da tutto viene definito un carrozzone voluto dalla politica paga il prezzo di una cattiva gestione.
L’ 80% del debito è nei confronti dell’erario ed è pari a 12 milioni di euro.
Diversi gli incontri che negli ultimi anni si sono succeduti per mettere fine ad una vertenza che ha del paradossale.
Purtroppo ad oggi nulla è stato fatto e i lavoratori di Gestione servizi che da 73 sono divenuti 68 ogni giorno, non essendo più in regola, vagano per i corridoi della Provincia di Crotone in attesa che la politica si assuma le proprie responsabilità.
Ferma resta la posizione di Antonio Barberio commissario liquidatore di Gestione servizi spa, altrettanto ferma la posizione delle organizzazioni sindacali:  Difesa ad oltranza dei posti di lavoro e linea dura in una vertenza che fa registrare l’assenza totale della politica.
Il percorso ha detta di sindacati e lavoratori sarà sicuramente difficile, quel che è certo non si consentirà nessun licenziamento.