Sport

Crotone, gol e spettacolo allo Scida: gli squali asfaltano il Foggia con un poker da sogno

Gol e spettacolo allo Stadio Ezio Scida nella prima uscita casalinga del Crotone di Giovanni Stroppa, che guadagna i primi tre punti della stagione grazie ad un rotondo 4-1 rifilato al Foggia. Un risultato largo e meritato quello dei pitagorici, bravi a riscattare la debacle di Cittadella con una prestazione cinica e sontuosa che rinvigorisce le ambizioni rossoblu in chiave promozione lasciando alle spalle gli spettri visti in terra veneta.

Dopo una buona manovra iniziale, i padroni di casa fanno le prove del vantaggio affacciandosi dalle parti di Bizzarri direttamente su calcio piazzato con Firenze (5′) che impegna l’ex portiere dell’Udinese costringendolo al corner. I satanelli cercano la reazione al 19′ sprecando il potenziale vantaggio con Mazzeo, che si ritrova tra i piedi un gentile omaggio di Cordaz ma non riesce a concludere grazie alla rapidità di Cuomo, bravo a sventare il pericolo rossonero.

Il match si sblocca alla mezz’ora (31′): il Crotone approfitta di un corridoio a centrocampo e innesca il contropiede gestito da Rodhen, lo svedese scarica sulla sinistra per Martella che lascia partire un campanile sul quale si avventa Faraoni, abile a raccogliere al volo l’invito a nozze e trafiggere il portiere ospite con un destro piazzato. Reazione veemente del Foggia che tira fuori le unghie e costringe i padroni di casa nella propria metà campo racimolando un gran numero di calci piazzati, situazioni dalle quali giungono i maggiori pericoli creati dai pugliesi di Grassadonia che però stentano a concretizzare.

Nella ripresa il Crotone raddoppia dopo soli cinque minuti di gioco approfittando del solito svarione difensivo della squadra di Grassadonia, colpevole nel lasciare Firenze libero di agire sulla trequarti concedendogli lo spazio giusto per far partire un destro a giro imprendibile per Bizzarri. Il secondo gol demoralizza gli ospiti, destabilizzati dalla manovra asfissiante dei pitagorici che al 56′ trovano addirittura il tempo per il tris con Nalini, abile a sorprendere Bizzari da 25 metri con un lob che non lascia scampo all’estremo difensore foggiano.

Pratica archiviata? Nemmeno per sogno. Nonostante il risultato in cassaforte il Crotone non rinuncia a spingere con tutti i suoi effettivi e al 65′ riesce a piazzare il poker con Rodhen, autore di una gran percussione che gli permette di penetrare in area e trafiggere per la quarta volta il portiere dei satanelli.
Nei nove minuti di recupero assegnati dal direttore di gara Minelli, causa problemi di illuminazione nel corso della ripresa, il Foggia riesce a guadagnare un calcio di rigore prontamente trasformato da Mazzeo, che concede ai suoi l’unica gioia della serata.

CROTONE – FOGGIA 4-1

Marcatori: 31′ Faraoni (C), 50′ Firenze (C), 56′ Nalini (C), 65′ Rodhen (C), 91′ Mazzeo rig. (F).

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Cuomo, Sampirisi, Marchizza; Faraoni, Rodhen, Benali, Firenze, Martella (78′ Molina); Budimir (70′ Simy), Nalini (82′ Stoian).
A disp.: Festa, Figliuzzi; Curado, Crociata, Zanellato, Valietti, Spinelli.
Allenatore: Stroppa.

FOGGIA (4-3-3): Bizzarri; Tonucci (76′ Ranieri), Camporese, Martinelli, Loiacono (52′ Gori); Agnelli, Carraro, Kragl; Chiaretti, Cicerelli, Mazzeo.
A disp.: Noppert, Sarri; Cavallini, Rubin, Gerbo, Boldor, Arena, Ramé.
Allenatore: Grassadonia.

Ammoniti: 10′ Tonucci (F), 34′ Benali (C).

Arbitro: Minelli di Varese; Assistenti: Raspollini – Di Gioia; IV ufficiale: Santoro.