Sport

Crotone, Giancarlo Satiro nuovo presidente del Consorzio Sportivo “Momenti di gloria”

Giancarlo Satiro, presidente della Scuola Basket Crotone, guiderà il Consorzio Momenti di Gloria che gestisce il PalaMilone, il passaggio di consegne si è svolto nel corso di una conferenza stampa svoltasi nell’impianto sportivo cittadino.

Otto sono le società sportive che grazie al consorzio attraverso il Consorzio Sportivo ” Momenti di Gloria” consentono a centinaia di ragazzi di praticare diverse discipline (judo, Calcio a cinque, Basket, Pallavolo, Muay Thai).

Satiro subentra dopo due anni a Giuseppe Trocino che ha ringraziato tutti per la fiducia che è stata riposta in lui.

Nel corso del passaggio di consegne Trocino ha tracciato un bilancio dei due anni trascorsi alla guida del Consorzio Sportivo. “Negli ultimi due anni, ha sostenuto Giuseppe Trocino – il Consorzio con la gestione del prof. Aldo Brugellis, di Damiano Franco, la sua ha salvaguardato la struttura del PalaMilone per il bene della città”.

Uno sforzo non indifferente se si pensa alle difficoltà che le piccole associazioni sportive vivono. Società capaci di esprimere campioni nazionali ed europei, nonostante le discipline che praticano siano considerate, nell’immaginario collettivo, “sport minori”.

Un Consorzio che svolge un’azione sociale poiché con le sue associazioni raccoglie 500 ragazzi, che vengono così tolti dalla strada e dai pericoli che potrebbero incontrare.

Da parte sua Sotiro ha sostenuto di aver appreso molto dalla gestione di Giuseppe Trocino. “Giuseppe – ha sostenuto il neo presidente – ha saputo gestire bene, in questi due anni otto società. Raccogliere il testimone è per me motivo di orgoglio, da qui sono passati campioni europei, mondiali. Andiamo oltre lo sport individuale, ma per noi è uno sport di squadra

La parola è poi passata a Gaetano Riga che si occupa della tesoreria del Consorzio. A Riga spetta infatti la gestione economica, per nulla semplice. “Le risorse – ha sostenuto Riga – sono poche e tenere in vita la struttura richiede uno sforzo di non poco conto poiché gli impegni sono tanti”.