GLAM STRISCIA
METAL CARPENTERIA
PULIVERDE

Crotone, funerali Rina Murgeri: “Un’esplosione che deve scuotere le coscienze”

Pubblicato il 16 maggio 2018 alle 12:36 - di Redazione

L’esplosione, verificatasi lo scorso 7 maggio, alle 22:10, nel quartiere Lampanaro a Crotone “E’, un’esplosione che deve scuotere le coscienze”. Così Don Simone Scaramuzzino, durante i funerali di Rina Murgeri celebrati questa mattina nella chiesa di San Paolo.
Un dolore composto quello dei familiari,  ai quali Don Simone ha rivolto l’invito a guardare alla vita, a non rinchiudersi nel dolore.
Un esplosione, quella avvenuta a Lampanaro, avvertita da tutti, che nell’immediatezza dei fatti ha fatto sentire tutti  gli abitanti del quartiere “componenti della stessa famiglia”.
Don Simone ha evidenziato come tutti erano e continuano ad essere in apprensione per la sorte della mamma e della bambina, ricoverate a seguito delle ferite riportate.
Ma soprattutto – il sacerdote – ha sottolineato come la città si sia mossa dimostrando grande generosità.
“Tutto quello che è accaduto – ha detto il parroco di San Paolo – deve essere occasione di riflessione perché, quell’esplosione, deve scuotere le coscienze di ciascuno di noi. E’ un voler dire alla città di Crotone: Guardate, che ci siamo anche noi. Ci siamo anche noi, all’ingresso di Crotone Sud. Li, in quel bel posto, perché Lampanaro, essenzialmente è un bel posto, baciato dal sole, baciato da Dio, un bel posto  – ha proseguito Don Simone – dove vivono persone che si vogliono bene, che si rispettano l’un l’altro. Forse con qualche sbaglio, perché gli errori li si commette e se ne commettono tanti, eppure, ci siamo anche noi”.
Un’esplosione che deve essere avvertita nei cuori di tutti ogni giorno, ponendo la giusta attenzione a tutti quei luoghi, periferie esistenziali,  dove si avverte forte il bisogno di riscatto sociale.
Un invito, rivolto a tutti, affinché ciò che è successo possa essere occasione di riflessione e riscatto per ciascuno.

LAGANI PIEDONE
Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterPrint this page

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione