Politica

Crotone: Francesco Verri ringrazia e spiega le ragioni del no alla candidatura

E’ di questa mattina la pubblicazione sul profilo Facebook dell’avv. Francesco Verri del suo ringraziamento a quanti lo hanno sostenuto nel momento in cui gli è stata formulata la richiesta di candidatura a sindaco della città.
Sul suo “no” molte cose sono state scritte ma quanto messo in evidenza, pubblicamente sul suo profilo mette in risalto il vero stato d’animo che ha accompagnato e contraddistinto l’importante e delicata scelta.
Per questa ragione, per far comprendere meglio cosa abbia potuto significare per il professionista crotonese, tale decisione abbiamo inteso pubblicarla integralmente:
Cari Amici,
grazie per le affettuose parole che avete avuto per me nelle ore in cui sono stato chiamato a decidere se accettare la candidatura a sindaco della città da parte del PD e del centrosinistra. Proposta che ho ricevuto con rispetto e orgoglio.
Sul piano pubblico, mi sarei sentito pronto, forte della partecipazione, diretta o indiretta, alla vita politica dal 1992, dell’esperienza della guida del Club Velico Crotone – 200 famiglie al lavoro per aprire a Crotone la via del mare – dal 2012, soprattutto del sostegno, della coesione e della qualità di questo gruppo di teste pensanti. Inoltre, il progetto di autoriforma del PD mi convince del tutto.
Sul piano privato, invece non sono pronto: in questo momento non posso lasciare il mio studio professionale, cui ho dedicato, con i miei soci, un enorme sforzo e non posso lasciare a metà il lavoro iniziato con il circolo velico, non senza aver organizzato il futuro. Non sarebbe serio.
La modernizzazione della città ha, comunque, in me – in noi – un interlocutore appassionato e ottimista. Dove ci saranno fatti, cose concrete, giovani cui dare delle chance noi ci saremo. Le chiacchiere, le lamentele sterili, le prediche sui social forum, invece, non fanno per noi: quelle le vola il vento. E noi di vento ne sappiamo qualcosa.
Ora al lavoro per i Campionati Europei di vela giovanile: obiettivo superare le 40 nazioni partecipanti.

Grazie ancora a tutti.