Cronaca

Crotone, finanziati dieci edifici scolastici provinciali grazie ai fondi per le verifiche dei solai e controsoffitti del MIUR

Sono dieci gli edifici scolastici provinciali finanziati attraverso l’avviso pubblico “Indagini diagnostiche su solai e controsoffitti di edifici scolastici” del Miur, a cui ha partecipato la provincia di Crotone.

Si tratta di un importante risultato che premia l’attività dell’amministrazione provinciale crotonese.

È quanto rende noto l’ente intermedio attraverso un comunicato stampa in cui si sottolinea che il risultato è stato ottenuto “grazie all’impegno ed alla professionalità del dirigente del settore arch. Nicola Artese, del responsabile dell’edilizia scolastica ing. Domenico Zizza, in sinergia e collaborazione con il presidente facente funzioni Giuseppe Dell’Aquila e del consigliere con delega in materia scolastica Simone Saporito, potranno essere effettuati interventi in dieci edifici scolastici del territorio. Un finanziamento nella quota del 20% che consentirà una verifica esaustiva ed efficace in tema di sicurezza.
Gli istituti che rientrano nel finanziamento sono:

– Liceo classico “Pitagora” – Crotone
– Liceo scientifico “Filolao” – Crotone
– Ist. Commerciale “Lucifero” – Crotone
– Ipsia “Barlacchi” – Crotone
– Ipsia “Barlacchi” sede amministrativa – Crotone
– Ist. Geometri “Santoni” – Crotone
– Liceo “Gravina” plesso via Giovanni Paolo II – Crotone
– Industriale “Donegani” -Crotone
– Liceo classico “Borrelli” – Santa Severina
– Ist. Professionale – Cotronei

“Si tratta – ha dichiarato il presidente facente funzioni Giuseppe Dell’Aquila – di un intervento importante perché ha quale obiettivo la sicurezza dei nostri ragazzi, dei docenti e del personale. Rendere le scuole un luogo sicuro, dignitoso che offra la possibilità di crescita e sviluppo è un dovere, ed è una responsabilità alla quale la politica e l’amministrazione pubblica non possono sottrarsi e anzi devono spendere tutte le risorse umane e professionali per raggiungerle.
La Provincia di Crotone – conclude Dell’Aquila – dopo anni di difficoltà, di emergenze e criticità che si sono accumulate e susseguite, oggi sta avviando un processo nuovo, una nuova visione che mira a restituire valore alle professionalità presenti che sono, e devono essere, a sevizio del territorio e delle comunità “.