Cronaca

Crotone, Federico (Fisascat Cisl): “Non c’e’ pace per il settore della vigilanza sul territorio di Crotone”

“Ancora una volta  – scrive il segretario della Fisascat Cisl, Salvatore Federico – ci accingiamo ad assistere a palesi violazioni dei Contratti Nazionali della Vigilanza privata  e Servizi fiduciari  a discapito di quanto stabilito dalla norma vigente in materia di cambi di appalto. L’esponente sindacale si riferisce al (Palazzo  di Giustizia).
In particolare Federico sottolinea che: “L’acquisizione di un appalto, quando si tratta di un subentro, ha norme proprie a cui concernere soprattutto per quel che riguarda il numero dei lavoratori in carico”.
Il riferimento è al passaggio dalla SICURTRANSPORT  Spa , affidataria del sevizio fino alle ore 24,00 del 30 Giugno 2020, alla Pol Service Srl , di  5 GG.PP. “Come in attesa della normale procedura che si attua in queste circostanze, – scrive il segretario della Fisascat Cisl – ovvero ai sensi del Contratto Nazionale, il passaggio dei dipendenti deve avvenire in sede di Direzione Territoriale del lavoro, come Fisascat Cisl  si è fatta richiesta di un incontro con carattere d’urgenza alla Società subentrante (Pol  Service)  al fine di avviare,  in maniera prudenziale, una riflessione  utile e partecipata  tesa ad individuare soluzioni condivise. Purtroppo – scrive Federico –  la nostra richiesta non ha conseguito quanto da noi auspicato. Senza voler entrare nei dettagli tecnici del contenuto della loro missiva , – prosegue Federico – riportiamo testualmente,  quanto  da loro esplicitato nelle conclusioni ovvero che : la scrivente Società è nella impossibilità di offrire lavoro agli ex dipendenti Sicurtransport”.  Le Guardie Giurate svolgono una prestazione essenziale,proteggono le cose,beni pubblici e privati e le persone,  e molto spesso sono l’unico elemento del massimo guadagno  a fronte del minimo dispendio di denaro, a motivo di ciò  conclude Salvatore Federico – siamo convinti che tutte le Istituzioni, tutti gli organi preposti a vigilare e ad avere ruolo in questa fase  procedurale,  non faranno mancare il loro apporto. Come Organizzazione Sindacale FISASCAT Cisl  abbiamo già messo in atto ogni iniziativa volta ad affrontare,con grande fermezza, questa ennesima  ingiustizia. In assenza di solerti riscontri, porremo ogni forma di azione a tutela dei lavoratori tutti, interessati in questa  vertenza, non consentiremo che venga consumato l’ennesimo atto di sopraffazione verso questi lavoratori, insieme alle loro famiglie. Non  e’ tollerabile che questi lavoratori vadano a rimpinguare  l’esercito dei disoccupati su questo già nostro  martoriato territorio” .