Attualità

Crotone: Domani la discesa dell’Icona della Madonna di Capocolonna

Domani alle 12,00 la venerata effige della Madonna di CapoColonna lascerà l’altare privilegiato e verrà collocata nella navata centrale del Duomo di Crotone.
Con questo importante rito inizia il “Mese Mariano” e con esso i numerosi appuntamenti religiosi e civili che caratterizzeranno i festeggiamenti alla Madonna di Capo Colonna che come sempre culmineranno con il pellegrinaggio che quest’anno si svolgerà nella notte tra il 14 e 15 maggio, con il ritorno  a piedi e i buoi che trasporteranno l’Effige da Capocolonna a Piazzale Ultrà dove ad attenderla ci sarà il capitolo cattredrale.
Quest’anno i festeggiamenti si inquadrano nell’anno giubilare, Maria Madre di Misericordia che come ha ricordato Don Ezio Limina, parroco del Duomo,” i nostri padri hanno sperimentato nella storia di Crotone, delle sue famiglie e nelle vite di ciascuno quanto è misericordiosa Maria”.
Quindi – ha ricordato ancora Don Ezio, questa festa vuol essere un ringraziamento al Signore per questa presenza di Misericordia  nella città di Crotone”.
Tra gli appuntamenti religiosi la prima uscita del “Quadro Grande della Venerata Effige”, il 7 maggio che sarà nel segno del ricordo dell’alluvione che colpì Crotone il 14 ottobre 1996.
Sono trascorsi vent’anni da quei tragici fatti.
Per l’occasione il “Quadro della Madonna” uscirà dal Duomo e come prima tappa si dirigerà alla chiesa del SS Salvatore di Fondo Gesù.
Il quartiere come si ricorderà fu il più colpito dall’alluvione in ricordo delle vittime, un momento di preghiera davanti alla chiesa e poi la sosta tradizionale all’ospedale per l’incontro con gli ammalati e gli operatori sanitari.
L’8 maggio alle 18,30 si svolgerà il “Giubileo delle Parrocchie” per l’occasione il tradizionale Pontificale verrà celebrato all’esterno  e l’icona posta sul sagrato.
Nel programma, non è inserita ma è prevista il 2 maggio la celebrazione eucaristica con la squadra del Crotone Calcio.
Altro evento importante è previsto il 25 maggio con il “Giubileo del Volontariato”, ricorrono infatti i vent’anni della Mensa di Padre Pio, grande opera di Misericordia. In quell’occasione in piazza mercato, dove la mensa oggi è collocata verrà accolto il Cardinale Francesco Montenegro, Presidente della Caritas Italiana, arcivescovo di Agrigento e vescovo di Lampedusa, con tutte le associazioni di volontariato  e un coro di donne nigeriane che introdurrà alla celebrazione eucaristica.
Numerosi gli eventi sportivi e musicali che si svolgeranno nell’ambito dei festeggiamenti civili.
Interessante dal 9 al 12 maggio un percorso musicale pianistico organizzato dall’Associazione Beethoven Acam.
Un vero e proprio viaggio nella storia musicale del pianoforte attraverso Bach, Schuman ecc…
Tra le celebrazioni eucaristiche quella del 12 maggio farà registrare il ritorno in città di “Don Pino” – Mons Giuseppe Antonio Caiazzo, Vescovo di Matera – Irsina.
Non mancherà la tradizionale mostra di pittura.
Tante occasioni per far crescere ed elevare la città spiritualmente, culturalmente e socialmente
Monsignor Graziani ha parlato della volontà della chiesa di vivere insieme i momenti previsti dal programma, perché ha sostenuto “l’uomo è uno che crede, che fa cultura e l’uomo che canta, l’uomo è uno nella molteplicità delle sue azioni e la festa è una”. Una preponderanza –  ha sostenuto ancora Mons Graziani – ce l’ha tutto ciò che viene dalle motivazioni della festa. Si potrebbe cadere, visti i tempi che viviamo  in una modalità festaiola, di cui non si ha bisogno.
Alla conferenza stampa di presentazione dei festeggiamenti in onore della Madonna di Capo Colonna , hanno preso parte con Monsignor Graziani e Don Ezio Limina, Domenico Ruggiero Presidente del Comitato Feste Mariane, Don Pietro Pontieri e Don Bernardino Mongelluzzi.