Cronaca

Crotone, degrado e abbandono a Capo Colonna: Mariangela Liberti si appella al prefetto

Con una lettera aperta, inviata al Prefetto di Crotone, la componente dell’associazione culturale ConSenso Mariangela Liberti denuncia lo stato di degrado e abbandono che si registra a Capo Colonna.

“Sono una cittadina crotonese che ama la sua città – scrive Mariangela Liberti- che sta facendo di tutto per non lasciarla, nonostante la fame che si respira negli ultimi tempi, amo tutto di Crotone… la gente, piazza Pitagora, il lungomare e poi c’è la perla preziosa il nostro meraviglioso mare, ed in fine e non per dimenticanza ma semplicemente per mettere in evidenza il mio reclamo vorrei parlarle del promontorio di Capocolonna, completamente abbandonato a se stesso, quasi come se fosse una frazione completamente divisa dalla nostra città.
Questa mattina recandomi sul posto ho notato il degrado vero e proprio, quello che doveva essere il polmone è soffocato di erba, il museo archeologico che potrebbe
diventare domani motivo di guida turistica e gita scolastica ricoperto completamente come se fosse una giungla per non parlare dell’entrata per arrivare al santuario non si capisce da dove bisogna andare.
Lo spazio di verde che curato e con qualche gioco sparso qua e là potrebbe diventare motivo di svago per i nostri figli.
Concludo – scrive Mariangela Liberti – chiedendole per favore di fare qualcosa di chiedere a chi è di competenza di pulire quel luogo a cui noi teniamo molto, non possiamo più restare a guardare ma è solo gridando, chiedendo aiuto e non facendo più finta di non vedere nulla che possiamo guardare al nostro futuro”.