TRONY STRISCIA
cai service
METAL CARPENTERIA

Crotone: Dalla comunicazione al successo, la capacità di anticipare i tempi

Pubblicato il 10 aprile 2017 alle 9:10 - di Redazione

Imparare a comunicare osservando attentamente i cambiamenti che nella nostra società si registrano.
E, mentre tutto cambia, cambia anche il modo in cui ci si da le priorità.
In questa direzione l’iniziativa che ha visto insieme Saverio Danese, noto grafico pubblicitario crotonese  e la Camera di Commercio di Crotone.
Danese negli anni è riuscito a fare della sua passione, strettamente collegata all’amore per la sua città, un vero e proprio brand capace di anticipare i tempi e verso il quale guardano aziende, istituzioni e partiti.
Attraverso il suo estro artistico e la sua inventiva, Danese  è riuscito a farsi spazio nel mondo della comunicazione.
Al convegno hanno partecipato professionisti della comunicazione e docenti universitari del calibro di Massimo Bartoccioli, Attilio Redivo, Federico Donatelli, Chiara Scamarcia e Giovanni Brunazzi, oltre che imprenditori come Floriano Noto, imprenditore che ha sempre creduto nei creativi e in particolare nei giovani creativi calabresi.
Oggi si vive in una società delle immagini ragion per cui Danese unitamente alla camera di Commercio di Crotone ha pensato bene di unire all’evento anche una mostra: “Dal contrappunto al Jazz” titolo affascinante che rappresenta l’arte del combinare posizioni contrapposte. Il Jazz è infatti contaminazione che nei secoli ha anticipato movimenti sociali e variazioni sociali, come avviene nel mondo della comunicazione. Un’esposizione di campagne pubblicitarie, marchi e logo dedicata al lavoro progettuale di Giovanni Brunazzi e Saverio Danese.
Soddisfazione è stata espressa dal Direttore generale della Camera di Commercio di Crotone, Donatella Romeo che ha sottolineato l’importanza dell’evento nella città di Pitagora.
Una realtà che è ancora poco conosciuta e per la quale bisogna mettere in campo tutte le azioni possibili affinché il suo positivo rimbalzi all’attenzione del mondo.
L’evento organizzato da Saverio Danese e dall’agenzia Contatto è infatti andato in questa direzione.
L’iniziativa ha fatto registrare la presenza a Crotone di relatori e testimoni di grande caratura.
Un’evento che ha fatto di Crotone, come sostenuto dallo stesso Saverio Danese “Capitale della Comunicazione”.
Nel ringraziare la Camera di Commercio, Saverio Danese ha sottolineato come essa sia la vera casa delle aziende crotonesi grazie al suo Direttore generale Donatella Romeo, con la quale tutto diventa “magicamente possibile com’è uno spot pubblicitario”.
I ringraziamenti di danese sono andati anche alla giovanissima Chiara Scamarcia, una giovanissima scommessa che “è voluto tornare a Crotone poiché crede che qui si possa fare comunicazione e sono convinto che vincerà la sua scommessa”.
Nel corso dell’iniziativa è stato ribadito come la comunicazione d’impresa sia uno strumento indispensabile in quanto consente alle aziende, anche di medie e piccole dimensioni, di elaborare e attivare strategie di comunicazione integrata per i mercati di riferimento.
Ai numerosi partecipanti sono state fornite indicazioni e dati importanti per un approccio efficace e professionale alla comunicazione integrata di marketing.
Sono stati infatti  trattati i temi chiave delle strategie, degli strumenti e delle tecniche media per comprendere come questi ultimi – classici e nuovi- possono raggiungere efficacemente i loro target.
Un evento di grande portate che ha consentito agli studenti dell’Istituto Sandro Pertini di Crotone, presenti in gran numero di entrare in contatto diretto con esperti del mondo della comunicazione e di accrescere il loro bagaglio di conoscenze.
All’evento ha partecipato anche l’assessore alle attività economiche e produttive Sabrina Gentile che  ha sottolineato come l’amministrazione comunale guardi al mondo della comunicazione, nodo fondamentale per avvicinarla sempre più al cittadino.

AURUM FASCIONE

Condividi:

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione