Politica

Crotone, “Consenso” chiede interventi di manutenzione lungo le strade provinciali, nelle contrade e in periferia

Sono diverse le segnalazioni raccolte dai componenti dell’Associazione politico culturale ConSenso circa lo stato in cui versano diverse arterie sul territorio di Crotone.
In una lettera aperta, inviata al Presidente della Provincia di Crotone ff e al Commissario Prefettizio Tiziana Costantino, i componenti dell’Associazione politico culturale ConSenso, chiedono interventi di manutenzione.
Enrico Pedace, Vincenzo De Franco, Fabiola Marrelli, Salvatore Gaetano e Anna Maria Oppido nella missiva sottolineano che a seguito delle segnalazioni hanno effettuato alcuni sopralluoghi e constato che le “arterie risultano estremamente pericolose a causa di una serie di problematiche, in primis la scarsa visibilità soprattutto nei pressi di curve ed immissioni alla strada provinciale” .
Vista la pericolosità Consenso, chiede “un intervento urgente e anche immediato che preveda l’eliminazione delle erbacce al fine di garantire una maggiore visuale e sicurezza agli automobilisti e ai cittadini. Inoltre sottolineano che il manto stradale presenta buche non segnalate e di diverse dimensioni, anche qui viene richiesto un ripristino del manto stradale. Occorre, sottolineano i componenti di Consenso, iniziare a pensare ad una pianificazione relativa alla manutenzione al fine di evitare che si possano verificare problemi.
Le arterie segnalate sono: SP52 Papanice- Crotone, Crotone-Capo Colonna SP49, Salica–Capocolonna SP 51, la provinciale Cantorato-Fratelli Bandiera SP 22 e la ex 106 di competenza della provinciale SP 57.
I componenti di Consenso sottolineano che, “anche le aree verdi comunali si presentano in una situazione abbastanza degradata, mentre Capo Colonna risulta abbandonata a se stessa, come se non facesse parte del nostro comune, il tratto che porta alla chiesa è pieno di sterpaglie ed il vento ha creato cumuli di detriti. Anche le periferie,- si legge nella missiva -risentono del problema. Anche queste zone si registra una vegetazione selvaggia” . In particolare si chiede “di prevedere anche qui interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria del verde pubblico, calendarizzando per tempo e dimostrando che anche questo settore può essere rivisto, dimostrando efficienza ed efficacia, elementi che in questi ultimi anni, in pochi hanno registrato. Cerchiamo – concludono i componenti di Consenso di rasserenare l’animo dei cittadini, offrendo loro la possibilità di passeggiare nei pressi delle proprie abitazioni senza il rischio di imbattersi in animali e ortiche”.