GLAM STRISCIA
cai service
cai service

Crotone: Congesi, annuncia querela nei confronti della Uil

Pubblicato il 10 agosto 2018 alle 10:58 - di Redazione

Il Consiglio di Amministrazione di CONGESI querelerà per diffamazione a mezzo stampa la Uil, formulando la richiesta di pagamento dei danni morali e materiali, rispetto alle questioni poste dall’organizzazione sindacale, nel corso di una conferenza stampa lo scorso 8 agosto.
L’annuncio è stato dato dal presidente del consorzio per la gestione del servizio idrico, Claudio Liotti nel corso di una conferenza stampa indetta nel pomeriggio di ieri presso la sede della Camera di Commercio di Crotone.
Pur comprendendo che sul piano regionale occorre ragionare sullo stato in cui versa il sistema idrico, il CdA di Congesi non trova giusto che venga messa in discussione “a distanza di due anni e mezzo, l’attività svolta dal consorzio sul territorio provinciale, “dopo aver prodotto i dati che sono gli occhi di tutti”.
“Siamo una delle pochissime cose pubbliche che sta funzionando in Calabria”. Ha sottolineato Claudio Liotti. “Siamo nati con molte difficoltà. Abbiamo trovato una situazione disastrata, per quanto riguarda il sistema (reti, impianti) ma anche il rapporto con l’utenza, che si era completamente perduto”. Il presidente di Congesi ha spiegato ai giornalisti che al momento del loro insediamento erano consapevoli che si sarebbero trovati ad affrontare il fenomeno dell’abusivismo ma non nella dimensione in cui effettivamente si sta rivelando, vale a dire “dilagante”.
Liotti ha snocciolato tutte le questioni messe in campo dalla Uil lo scorso 8 agosto e lo ha fatto con dati alla mano, partendo dalla precisazione che i comuni aderenti a Congesi sono 13 e non 11 come invece sostenuto da Fabio Tomaino. L’ingresso dei comuni di Rocca di Neto e Cirò porta Congesi a coprire il 71% del territorio provinciale e l’assunzione di altre sette unità. Per quanto concerne le unità lavorative Liotti ha precisato che Congesi ha rispettato gli accordi sindacali sulla base di un organigramma stilato in avvio di attività.
Nel ribadire che, in questa direzione e non solo sono state compiute azioni hanno prodotto risultati, Liotti ha invitato tutti alla consultazione delle rassegne stampa del 2016 con quelle relative agli anni 2017/18.
Nel confronto ha sottolineato il presidente di Congesi balzerà all’attenzione che in questi ultimi due anni non si è registrato alcuno sversamento di fogna in mare, perché sono state eseguite tutte le attività ,preventive e manutentive, necessarie affinché il servizio funzionasse.
“Abbiamo dato una risposta ai cittadini di questo territorio  – ha sottolineato ancora Liotti – attenendoci ai nostri compiti e alle nostre funzioni e lo abbiamo fatto nel modo corretto. Basta guardarsi intorno e capire che oggi il rapporto con l’utenza è ripreso, sono decine le persone che si rivolgono ai nostri sportelli”.

ISTITUTO SANT’ANNA PIEDONE

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione