Cronaca

Crotone, commemorati dalla Polizia di Stato i due agenti uccisi a Trieste

Questa mattina presso la Chiesa di San Antonio a Crotone è stata celebrata la Santa Messa in al ricordo di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i poliziotti uccisi venerdì 4 ottobre in Questura a Trieste.

Alla funzione religiosa, presieduta da Monsignor Ezio Limina cappellano della Polizia di Stato, hanno partecipato il Questore Massimo Gambino, gli uomini della Questura pitagorica, il vice Prefetto Sergio Mazzia, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Emilio Fiora, il Comandante della compagnia Carabinieri,Francesco Esposito, della Guardia Costiera, Giovanni Greco, i Vigili del Fuoco rappresentati dal capo reparto Leonardo Perziano e della Polizia Locale, Antonio Cogliandro.

Presenza importante come sottolineato dal Questore Gambino nel ricordare i due giovani agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego che hanno subito l’estremo sacrificio all’interno della loro Questura, in quello che per ogni poliziotto è il “bozzolo”, l’involucro protettivo all’interno del quale si svolge l’attività quotidiana. Un momento di raccoglimento ma soprattutto – ha concluso Gambino – il bisogno di ritrovarsi e stare insieme poiché la quotidianità troppo spesso fa dimenticare i valori importanti del vivere comune. Dobbiamo ogni tanto fermarci a riflette e dire che oltre alla quotidianità c’è altro”.

L’esortazione a non dimenticare è invece venuto nel corso dell’omelia da Monsignor Limina che “Non possiamo e non dobbiamo dimenticare il sacrificio di questi due giovani che hanno dato la loro vita per noi – ha sostenuto Monsignor Limina – sottolineando che in nome di questo sacrificio occorre proseguire nell’impegno quotidiano, un impegno che deve riguardare la società intera”.