Politica

Crotone, Cerrelli ( Lega Salvini Premier ) chiede la pulizia degli argini e degli alvei dei fiumi Esaro e Neto

“Il Comune di Crotone, quest’anno, non ha ancora provveduto a pulire gli argini e gli alvei dei fiumi Esaro e Neto, nonostante la stagione delle piogge sia ormai arrivata e il rischio di danni idrogeologici sia elevato per la nostra zona, con notevole rischio per la popolazione ivi residente”.

È quanto sostiene l’avv. Giancarlo Cerrelli, Coordinatore Provinciale della Lega Salvini Premier
attraverso una nota in cui “chiede, con urgenza che il Comune di CROTONE e gli Enti preposti – provvedano tempestivamente alla messa in sicurezza delle zone a rischio effettuando la pulizia degli argini dei fiumi e dei torrenti, che gli Enti avrebbero dovuto compiere già da tempo, non riducendosi a eseguirla a ridosso della stagione delle piogge”.

L’esponente della Lega è intervenuto su questo tema in occasione del XXIII anniversaio della tragica alluvione che colpì la città di Pitagora e che costò la vita a sei persone.
Per il Coordinatore Provinciale della Lega “a 23 anni dall’alluvione che ha colpito Crotone il 14 ottobre 1996 e che ha provocato 6 morti e ingenti danni economici alle imprese del crotonese, molte zone a rischio del nostro Comune non sono ancora state messe del tutto in sicurezza.
Il nostro ricordo e le nostre preghiere – conclude Cerrelli – sono rivolti ai nostri concittadini che hanno perso la vita tragicamente 23 anni fa e alle loro famiglie”.