TRONY STRISCIA
METAL CARPENTERIA
cai service

Crotone, buona la prima. Gli squali battono 2-1 il Piacenza e superano il turno in Coppa Italia

Pubblicato il 12 agosto 2017 alle 22:34 - di Orazio Polimeni

Inizia ufficialmente la stagione calcistica 2017/18 per il Crotone di Davide Nicola che questa sera all’Ezio Scida ha affrontato il Piacenza nella gara valida per il terzo turno di Coppa Italia, battendo gli emiliani per 2-1 grazie alle reti di Ante Budimir e Trotta.

Il tecnico piemontese schiera la sua formazione migliore recuperando Ceccherini al centro della difesa, reduce da un virus intestinale che lo ha tenuto lontano dai campi durante la settimana, e riconferma in gran parte l’undici tipo ammirato nell’arco di tutto il ritiro estivo, in particolar modo il tandem d’attacco composto da Tonev e Budimir.

Gli squali dimostrano da subito agli ospiti il gap che separa le due formazioni in campo, scatenandosi in un corposo assedio che impegna costantemente la difesa biancorossa. I pitagorici collezionano corner su corner e proprio sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina sfiorano il vantaggio col nuovo acquisto Cabrera, bravo a trovare il tempo giusto e svettare di testa, la sfera però termina lontano dai pali difesi da Fumagalli e il vantaggio sfuma. Il pressing rossoblù rimane comunque asfissiante e dopo venti minuti di gioco tra i piedi di Barberis capita una nuova occasione per sbloccare il match: il numero dieci dei calabresi ci prova direttamente su calcio di punizione, ma a differenza della perla sfornata una settimana fa contro il Cagliari in amichevole, il Pirlo di Genova lambisce solo la traversa senza insaccare.
Il vantaggio è però solo una questione di tempo. La partita è nettamente nelle mani dei padroni di casa e al 25′ arriva finalmente il meritato vantaggio: Tonev affonda sulla sinistra e riesce a crossare al centro dove puntualmente si fa trovare il cigno Budimir, il croato appoggia di testa e torna a segnare allo Scida raccogliendo i giusti applausi dal suo pubblico, entusiasta ma soprattutto consapevole di aver ritrovato il proprio idolo. Dopo il gol l’ex Samp continua ad essere protagonista grazie ad altri tre tentativi personali che potrebbero rivelarsi utili al raddoppio, questi ultimi però vanificati da scarsa precisione ed eccesso di fretta.

La ripresa si apre con gli stessi ventidue uomini in campo, e neanche il gioco delle parti sembra mutare condizione dopo l’intervallo. Il Crotone spinge e si avvicina al raddoppio con Rodhen dopo una manciata di secondi dal fischio di Pinzani, Fumagalli però è bravo e tiene a galla i suoi con un bel colpo di reni che rovina la festa allo svedese. Il Piacenza appare timido, contrastato dal baricentro alto imposto da Nicola ai suoi, gli uomini di Franzini trovano raramente spazi utili per colpire ma quando lo fanno diventano letali, complici le maglie rossoblù che si allargano a tratti fin troppo facilmente. Il pari non è più cosa improbabile. Al 62′ infatti Bini si scatena in un’azione personale e conclude con un diagonale preciso che non lascia scampo a Cordaz.
1-1, tutto da rifare per gli squali.
Nicola corre subito ai ripari e inserisce Trotta al posto di Stoian per aumentare il peso in fase offensiva, dopodiché concede l’esordio a Mandragora che rileva Izco. Il Crotone tenta il 2-1 con Barberis, ancora una volta su punizione, ma per l’ennesima volta la palla sfiora solamente la rete.
Stessa sorte anche per Trotta che a dieci minuti dalla fine spedisce alto un pallone a dir poco invitante. La sfera sembra proprio non voler entrare, complice anche uno straordinario Fumagalli che compie un miracolo anche su Budimir, pronto a bissare la rete del vantaggio da pochissimi metri.
Il Crotone però non si arrende al fato, mette un grande cuore in campo e con i denti riesce a strappare meritatamente il sorpasso: il solito Barberis si incarica di una punizione dal limite, invece di tirare si inventa un lob superbo all’interno dell’area sul quale si avventa Ceccherini, che di testa spizza e favorisce Trotta per il definitivo 2-1.

Gli squali superano il turno in Coppa Italia. Buona la prima.

CROTONE – PIACENZA 2-1

Marcatori: Budimir 25′, Bini 62′, Trotta 83′

CROTONE: Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Cabrera, Martella (Ajeti 45′ st); Rohden, Izco (Mandragora 25′ st), Barberis, Stoian (Trotta 19′ st); Tonev, Budimir
A disp.: Festa, Viscovo, Suljic, Borello, Dussenne, Crociata, Ajeti
Allenatore: Nicola

PIACENZA: Fumagalli; Di Cecco (Mora 31′ st), Pergreffi, Masciangelo, Silva; Pederzoli, Romero, Bini, Della Latta (Ferri 44′ st); Morosini, Scaccabarozzi (Nobile 40′ st)
A disp.: Criscione, Lanzano, Ferri, Colombi, Carollo, Furlotti, Castellana
Allenatore: Franzini

Arbitro: Pinzani di Empoli
Assistenti: Citro di Battipaglia e Luciano di Lamezia Terme
Quarto ufficiale: Illuzzi di Molfetta

EUROSPAR FASCIONE

Condividi:

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Orazio Polimeni