GLAM STRISCIA
METAL CARPENTERIA
PULIVERDE

Crotone, Azione Identitaria: Pugliese “denunci Sorical”

Pubblicato il 13 febbraio 2018 alle 11:32 - di Redazione

Riceviamo e pubblichiamo.

Nella guerra economica dell’acqua che Sorical sta portando avanti in numerose città della Calabria, non ultima Crotone appunto, lasciata senza servizio nelle case e senza alcun preavviso da cinque giorni ormai.
Vorrei ricordare di come, meno di un anno fa, il giudice fallimentare Emanuele Agostini, nell’ambito del procedimento che ha portato al fallimento la Soakro, società che gestiva il servizio idrico in città, stabilì che i 35 milioni di credito vantati dalla stessa Sorical non erano esigibili.
Il giudice accolse la richiesta ritenendo fondate le richieste della stessa Soakro la quale contestava a Sorical il presunto credito per via di perdite alla condotta, allacci abusivi e fatturazione non a norma, come riconosciuto da altri Tribunali a danno della stessa Sorical.
Quello che in questi giorni sta subendo la popolazione crotonese lasciata senza acqua anche per intere giornate non potendo pertanto contare sull’erogazione minima del servizio giornaliero, è una grave violazione della legge, che non solo va contro l’esito referendario del 2011 che ha stabilito che l’acqua è un bene pubblico non mercificabile, ma anche contro le normative sanitarie legate ai rischi connessi dalla riduzione-interruzione del servizio idrico e senza previo avviso ai cittadini.
Il sindaco di Crotone denunci immediatamente Sorical per estorsione e per violazione dei principi universali riconosciuti anche dalle risoluzioni Onu, che stabiliscono che l’acqua è un bene primario ed essenziale, diritto inviolabile e non può essere comprato e venduto da nessuno.
Invito i cittadini crotonesi a presentare esposti in Procura contro questo sopruso, ricordando che proprio la Procura di Catanzaro sta attenzionando la Sorical ed ha già indagato 4 dirigenti della stessa, l’interruzione del servizio idrico è violazione di legge e di diritto.
Chi vorrà apporre la firma per presentare esposto puo’ contattarci tramite la pagina ufficiale di Azione Identitaria Calabria su facebook.

Paola Turtoro
Portavoce regionale
Azione Identitaria Calabria

LAGANI PIEDONE
Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterPrint this page

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione