SAKRO
Sport

Crotone, Ayoub Idam torna a correre per i colori della città grazie alla Sakro

Ayoub Idam, giovane talento dell’atletica leggera, nella stagione agonistica 2020 correrà per i colori della sua città.

Ayoub indosserà la pettorina della SAKRO, la società di atletica presieduta da Pino Talarico e composta da: Gianfranco Screnci (vice presidente), Marco Tricoli, Luca Pugliese e Giuseppe Fiorino.

Dopo aver corso per la società cosentina K42 che gli ha consentito di tagliare traguardi importanti sul piano sportivo, ultimo in ordine di tempo il titolo di Campione d’Italia juniores conquistato nel settembre scorso a Canelli (Asti) nel corso dei Campionati italiani dei 10 chilometri di corsa su strada, finalmente potrà tornare a correre per una società sportiva crotonese.

Uno sforzo non indifferente, quello compiuto dalla SAKRO che ha inteso concretizzare quello che era il desiderio di quanti amano l’atletica e in particolare di tutti coloro che ad essa si sono avvicinati grazie a questo giovane di origine marocchina, giunto a Crotone ormai da diversi anni, il cui sogno è quello di disputare le olimpiadi con la maglia azzurra.

La grande umiltà e gli innumerevoli sacrifici compiuti da Ayoub hanno fatto si che entrasse in breve tempo nel cuore di tutti.

Alla conferenza stampa di presentazione della nuova stagione agonistica ha preso parte tra gli altri il preparatore atletico dell’Atalanta Domenico Borelli, da oggi socio onorario della Sakro.

Il prof Borrelli, che da ragazzo praticava la corsa, ha elogiato il lavoro fatto sino ad oggi da Scipione Pacenza e ha invitato quanti ruotano intorno a questa disciplina sportiva a supportare questo progetto. “Le energie – ha sostenuto Borrelli – ci sono e si possono fare cose belle. Questo è il momento in cui tutti devono spingere nella stessa direzione. Ayoub può essere da traino per molti altri ragazzi che vogliono avvicinarsi all’atletica leggera, sport bellissimo”.

Ayoub, con la semplicità che lo contraddistingue, ha ringraziato tutti, per la possibilità che gli è stata data. In particolare, ha ringraziato Pino Talarico e Giuseppe Fiorino per lo sforzo fatto, e la società Cosenza K42 che gli ha consentito di poter raggiungere i risultati sin qui ottenuti. Tornare a correre per i colori della sua città era il desiderio che lo accompagnava da tempo e oggi si è detto “felice di poter tornare a dare il proprio contributo sotto il profilo sportivo”.