Cultura & Spettacolo

Crotone, Axel Trolese: sensibilità, passione e tecnica al pianoforte

Un terzo bis e un lungo applauso hanno caratterizzato il concerto del giovane pianista Axel Trolese, che si è esibito, nell’ambito della stagione concertistica “L’Hera della Magna Grecia” allestita dalla Società Beethoven Acam, nel salone dell’Orfeo Stillo. Sulle note di Beethoven ,Brahms, Chopin e Ravel, Trolese ha emozionato il pubblico presente con il suo tocco raffinato e la sua eleganza musicale. Numerose e ricche le suggestioni che Trolese è riuscito a regalare ad una platea attenta e immobile, quasi rapita dalle sinfonie virtuosistiche.
Il giovane pianista, per la prima volta in Calabria, si è detto contento di aver potuto regalare attraverso la sua musica emozioni sottolineando di aver inserito nel programma della serata Beethoven in omaggio all’associazione guidata dal prof Fernando romano che lo ha fortemente voluto. Un programma musicale, quello offerto da Axel Trolese al pubblico che ha gremito l’Orfeo Stillo, che rientrano nel suo repertorio artistico e che il pubblico apprezza particolarmente. Nelle sue esibizioni Trolese veicola il messaggio, a chi lo ascolta, si propone di veicolare il messaggio degli autori delle opere che propone, cercando di essere il miglior catalizzatore, il miglior testimone possibile. Le sue mani hanno danzato sui tasti del pianoforte e regalato una carrellata di emozioni e sensazioni, esaltando la sua grande sensibilità, passione e tecnica che hanno segnato il successo del concerto che si è concluso tra gli applausi e le insistenti richieste del bis da parte del pubblico.
E questa sera il cartellone prevede “Due mondi a confronto: Organo e Violino” con Massimo Gabba (organo) e Samuele Galeano (violino) alle 19,30 nella splendida cornice della Basilica Cattedrale di Crotone.