Politica

Crotone: Argentieri Piuma, meritocrazia e professionalità

Ha scelto di parlare in piazza Antonio Argentieri Piuma per la sua prima uscita pubblica in occasione dell’apertura della sua campagna elettorale.
Piazza della Resistenza per un incontro diretto con i cittadini per spiegare loro i motivi che lo hanno portato ha fare questa scelta.
Erano in tanti, una presenza che ha emozionato e non poco l’imprenditore e candidato a sindaco  Antonio Argentieri Piuma e coloro che lo hanno preceduto negli interventi.
“Crotone e i crotonesi  – ha sostenuto Piuma –  devono capire che possono meritare di più! E soltanto con serietà, passione e onestà intellettuale che il processo di cambiamento potrà attuarsi”.
Il candidato a sindaco, sostenuto da quattro liste civiche ha ribadito che ad un eventuale ballottaggio non intende fare alcun tipo di alleanza. “Non ci affiancheremo ad altre coalizioni o candidati. Il nostro è un lavoro iniziato con sacrificio e continueremo a lavorare da soli.”
Per Argentieri Piuma si avverte forte la necessità di poter fare affidamento su un’amministrazione pronta ad ascoltare le esigenze della gente. “Le porte saranno sempre aperte. Daremo spazio alla meritocrazia ed alla professionalità. Basta con il clientelismo ed il favoritismo, basta alle compagnie di merende che tutti conosciamo”. “Questa città deve ritornare a vivere. E per fare ciò al comando vi deve essere una squadra che sappia, con onestà intellettuale, convogliare ogni materia. Una squadra che lavori con legalità e libertà”. Una squadra  – ha sottolineato ancora Argentieri Piuma – composta da professionisti, insegnanti, imprenditori che nella presentazione di giovedì sera hanno saputo, seppur per molti fosse la prima esperienza, reggere una così importante situazione. Il candidato a sindaco Antonio Argentieri Piuma è sostenuto da quattro liste che lo sostengono:Piuma Sindaco, 3L, Movimento Punto e a Capo e Krotone da Vivere).
Liste civiche perché come più volte sottolineato e come ribadito nel corso dell’intervento Piuma e i suoi sostenitori si definiscono moderati, ragione che lo ha spinto insieme a Sergio Torromino, la mente di questa discesa in campo degli imprenditori, a chiedere di non utilizzare i simboli di partito a  quanti  esponenti di centrodestra si sono messi al suo fianco sposando le sue idee e il suo programma.
Crotone, per Argentieri Piuma può e deve dare di più,  deve poter scegliere un futuro diverso, di lavoro, legalità e libertà.