Cronaca

Crotone, al via la demolizione dei box abusivi nel Quartiere Fondo Gesù

Ventisette i box abusivi, lungo le sponde del fiume Esaro, nel popolare quartiere di Fondo Gesù, per i quali l’Amministrazione Comunale di Crotone ha avviato l’opera di demolizione che comprende anche l’asportazione dell’eternit, ulteriore elemento di pericolosità, che era presente nelle strutture.

Un’intervento sollecitato dalla Questura di Crotone che segue la demolizione delle venti villette di località Campione che vede l’Amministrazione comunale impegnata in un percorso teso al ripristino della legalità con la Procura della Repubblica

I particolari dell’attività sono stati presentati questa mattina dal sindaco Ugo Pugliese nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppina Felice, l’assessore all’Urbanistica Nino Crugliano, il dirigente del settore Lavori Pubblici Giuseppe Germinara e il funzionario comunale Danilo Pace.

L’abbattimento dei box, oltre a ripristinare la legalità, garantisce la sicurezza di un’area ad alta densità abitativa, e punta ad evitare il ripetersi di inondazioni.

Il costo dell’intervento è di 100 mila euro, fondi dell’Amministrazione Comunale poiché non sono stati ancora individuati coloro che hanno realizzato abusivamente le strutture. In questi casi viene infatti emessa un’ordinanza a carica di ignoti che consente nel momento in cui vengono individuati i responsabili sui quali sarà poi possibile rivalersi.

Nel sottolineare il lavoro di squadra tra gli assessorati ai Lavori Pubblici, Urbanistica e Quartieri il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, nel corso dell’incontro con la stampa ha sostenuto che “La giustizia arriva per tutti. Per tutti coloro che agiscono contro la legge a danno della comunità. Ma c’è giustizia allo stesso tempo, in senso positivo per coloro che, viceversa, vivono e contribuiscono a costruire lo spirito della cultura di legalità ed hanno diritto di vivere in una città dove il territorio sia rispettato.