Politica

Costituito a Crotone il Comitato per il No alla riduzione di un terzo dei parlamentari di Camera e Senato

Costituito a Crotone il Comitato per il NO al Referendum del 20 e 21 settembre prossimo. Il 20 e 21 settembre 2020 si voterà per il referendum confermativo sulla riduzione del numero dei Deputati e dei Senatori: la riforma costituzionale propone di ridurre di un terzo i parlamentari di Camera e Senato che passerebbero da 945 (630 alla Camera e 315 al Senato) a 600 (400 alla Camera e 200 al Senato).

Lo rende noto Francesco Carolei, in una nota in cui sottolinea che: “l’appuntamento delle elezioni amministrative di settembre ha di fatto oscurato un dibattito molto importante per Crotone.
Il 20 e 21 settembre anche i cittadini crotonesi saranno chiamati a esprimersi sul referendum per il taglio dei parlamentari. Il quesito fa leva su un concetto demagogico che purtroppo gioca sulla crisi della rappresentanza parlamentare e che nasconde parecchie insidie.

“La città di Crotone e molte piccole realtà – prosegue Carolei – potrebbero essere penalizzate dal taglio dei parlamentari: potrebbero venire meno le istanze del nostro territorio a Roma a fronte di un risparmio della spesa pubblica che oscilla tra i 20 e i 40 milioni di euro, cifre che rapportate alla spesa pubblica rappresentano una cifra irrisoria e che sacrificano di fatto gli interessi di tantissimi cittadini. Sul tema della spesa pubblica sarebbe opportuno riflettere invece sulle uscite dei nostri enti per staff e incarichi, spesso conferiti con logiche politico-clientelari, con nessun vantaggio per la cittadinanza”.

È fondamentale poi contemperare i poteri dello Stato: il potere legislativo in questi anni è venuto meno offrendo sempre più spazi al potere esecutivo, uno sforzo dei partiti sarebbe importante per riconsegnare al Parlamento la centralità garantita dalla nostra Costituzione. Guardiamo con grande interesse agli sviluppi della campagna elettorale certi di offrire un contributo che alzi il livello del dibattito.

A Crotone – conclude Francesco Carolei – è stato costituito il Comitato per il No del 20-21 settembre aperto a tutte le forze politiche del territorio, l’auspicio è che si possa avviare un confronto parallelo alla sfida elettorale. Ai tanti cittadini impegnati nella tornata elettorale chiediamo uno sforzo per sensibilizzare i propri elettori sul tema. Cercheremo nelle prossime settimane di argomentare pubblicamente il nostro no. Crotone e la nostra democrazia rischiano ancora una volta di essere penalizzate e tocca a noi difendere la Costituzione con l’arma più potente: la matita.