Cronaca

Corruzione, il 9 giugno a processo il giudice Petrini: lo ha stabilito il Gip del Tribunale di Salerno

Prima udienza il prossimo 9 giugno, davanti al Tribunale collegiale di Salerno, per il giudice, ora sospeso, della Corte d’Appello di Catanzaro, Marco Petrini e per Vincenzo Arcuri, Luigi Falzetta, Emilio Santoro, detto Mario, Francesco Saraco, e l’ex consigliere regionale ed ex parlamentare Giuseppe Tursi Prato. Il gip di Salerno Giovanna Pacifico ha accolto la richiesta di giudizio immediato avanzata dalla Procura di Salerno, competente sui reati che riguardano i magistrati del distretto di Catanzaro. Gli imputati sono accusati di corruzione in atti giudiziari per avere avvicinato, in qualità di diretti interessati o di faccendieri, il giudice Petrini facendosi promettere, in cambio di denaro o regali di vario genere, l’interessamento del togato in vari procedimenti giudiziari. Petrini, arrestato lo scorso 15 gennaio (oggi detenuto ai domiciliari in località protetta), ha deciso di rendere interrogatorio davanti ai pm ammettendo il funzionamento del sistema corruttivo. Oltre al magistrato hanno “reso confessione, in tal modo delineandosi il requisito della evidenza della prova”, anche Emilio Santoro e Francesco Saraco. Secondo il gip “la prova, nei termini sopra specificati ed in riferimento al delitto qui contestato, appare evidente in ragione dei contenuti delle fonti di prova di seguito enunciate”. Parte offesa riconosciuta dall’accusa è il ministero della Giustizia.(ANSA)