Cronaca

Coronavirus, l’Asp di Crotone scrive a medici, infermieri e personale: “Fare squadra è oggi il nostro imperativo categorico”

Riceviamo e pubblichiamo

“L’attuale situazione di emergenza sanitaria derivante dalla diffusione dell’infezione Covid_19 sta sottoponendo il nostro sistema sanitario regionale ad una prova di innegabile complessità. L’Azienda sanitaria provinciale di Crotone non ha certo fatto mancare il suo contributo allo sforzo collettivo diretto al contenimento della sindrome virale, affrontando tempestivamente le problematiche sanitarie ed organizzative che quotidianamente emergono dalla concreta prassi. Ad esempio, la recente apertura del reparto ospedaliero Covid_19, dedicato al trattamento intensivo e non intensivo dei pazienti positivi, e stato possibile grazie al preziosissimo contributo delle diverse figure professionali mediche, infermieristiche e tecniche a vario titolo coinvolte. Cosi come e doveroso sottolineare l’altrettanto considerevole impegno profuso quotidianamente sui territorio provinciale dai nostri dipendenti, attraverso le attività di sorveglianza sanitaria, di prelievo di tamponi da destinare ai test diagnostici, di coordinamento dei flussi informativi derivanti dalle attività sanitarie. Attività, queste, sia ospedaliere che territoriali, che vengono eseguite nella cronica carenza di organici e di dispositivi di protezione che attanaglia l’intero sistema sanitaria regionale e, per alcuni versi, nazionale. È evidente che tutto ciò sta richiedendo al nostro personale uno sforzo fisico e mentale immane. E altrettanto evidente che questo sforzo collettivo deve incessantemente continuare, sino alla completa debellazione di questa subdola malattia. Ma deve continuare focalizzando il traguardo finale per quello che simbolicamente, e non solo sanitariamente, rappresenta: la vittoria di una comunità, la dimostrazione che la buona sanità può albergare anche alle nostre latitudini, la testimonianza di un raggiunto senso di fattiva appartenenza civica ad un territorio. È questa la positività che abbiamo l’opportunità di cogliere nel negativo che questa pandemia rappresenta. Fare rete, fare squadra, è oggi il nostro imperative categorico. Prendere esempio dai nostri medici, dai nostri infermieri, dai nostri operatori sanitari e del 118, dai nostri tecnici, che ogni giorno nelle corsie del reparto Covid_19, e non solo, affrontano turni di lavoro massacranti e si confrontano coraggiosamente con il virus. Prendere esempio dai virtuosi comportamenti quotidiani di quei cittadini che sacrificano una quota parte della loro libertà personale limitando al massimo gli spostamenti extra domiciliari. Ricordare costantemente che la Regione Calabria e le istituzioni locali sono al nostro fianco, e non mancano di assicurare vicinanza e concreto sostegno. E, pertanto, denunciare pubblicamente intollerabilità morale e civile delle condotte dei pochi che ostacolano attivamente, o anche solo passivamente, questo poderoso sforzo collettivo che vediamo in atto. In definitiva, questa Direzione Strategica sente l’obbligo di esprimere pubblicamente ai propri dipendenti aziendali profonda riconoscenza per l’impegno profuso. E per l’abnegazione e la sensibilità dimostrata in una siffatta condizione emergenziale, nella consapevolezza che l’attuale situazione perdurerà ancora per alcune settimane. Predisponiamoci lucidamente a questa battaglia, consapevoli di star facendo tutto quanto e nelle nostre possibilità. Con i più sinceri ed affettuosi saluti dell’intera Direzione Strategica. Vi auguro un sereno e proficuo lavoro”.

Il Direttore generale facente funzioni
Francesco Masciari