Cronaca

Coronavirus, la Regione Calabria rafforza la rete dei controlli ambientali

A sostegno delle politiche di sicurezza implementate dal Presidente della Regione Calabria Jole Santelli per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, l’assessore alla tutela dell’ambiente Sergio De Caprio e il direttore generale dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria) Domenico Pappaterra, nel corso di una riunione operativa in videoconferenza hanno concordato di rafforzare la rete dei controlli ambientali.

Attraverso un piano operativo speciale, che sarà predisposto in tempi brevi, saranno effettuati controlli e verifiche sulle modalità messe in atto per il corretto smaltimento dei rifiuti dalla rete ospedaliera regionale e dai Comuni per i quali è stata disposta la chiusura cautelativa da Covid-19.

Le attività di controllo, a tutela dei cittadini e delle imprese, faranno riferimento principalmente alle linee di indirizzo per la gestione dei rifiuti urbani prodotti nelle abitazioni dove soggiornano soggetti positivi al tampone in isolamento o in quarantena obbligatoria e rifiuti prodotti dalla popolazione in generale, approvate proprio nella giornata di oggi dal Consiglio del Snpa (Sistema nazione per la protezione dell’ambiente) composto dai vertici dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e dai direttori generali delle Arpa (Agenzia regionale protezione ambientale) delle venti regioni italiane.