Cronaca

Coronavirus, Iole Santelli “chiude” i comuni di Montebello Ionico (RC) e di San Lucido (CS)

Il presidente della Regione Calabria ha disposto la “chiusura” del Comune di Montebello Jonico, in provincia di Reggio Calabria, una misura che si è resa necessaria a seguito del numero di casi di positività al Coronavirus registrati fra ieri e oggi”. Tra le persone risultate positive c’è anche il sindaco del centro reggino Domenico Crea.”L’ordinanza – riferisce un comunicato della Regione Calabria – prevede il divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte di tutti gli individui presenti, il divieto di accesso nel territorio comunale, la sospensione delle attività degli uffici pubblici. Viene comunque garantita l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità”. “Potranno varcare i confini comunali – è detto ancora nel testo – gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nelle attività collegate all’emergenza, gli esercenti che hanno attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali ma tutti avranno l’obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale. L’ordinanza consente il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”. Nel comune della fascia jonica reggina, che conta una popolazione di oltre seimila residenti, si è registrata la prima e al momento unica vittima del coronavirus in Calabria.
La stessa disposizione il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli ha inteso adottarla per il Comune di San Lucido (Cosenza). Anche per questo comune la misura si è resa necessaria a seguito del numero di casi di positività al Coronavirus registrati fra ieri e oggi”. L’ordinanza contiene gli stessi divieti di Montebello Jonico.