Cronaca

Coronavirus, in giro per la città senza motivo: la Polizia di Stato denuncia 11 persone

Nella mattinata di mercoledì 11 marzo u.s., personale della Divisione P.A.S.I. ha proceduto a deferire alla competente A.G., ex art. 650 c.p., per la riscontrata violazione alle prescrizioni imposte dal D.P.C.M. del 08.03.2020, successivamente integrato dal D.P.C.M. del 09.03.2020 art. 1 comma 1 e art. 4 comma 1, P. F., nato a Cariati (CS) nel 1979 e S. F., nato a Cirò Marina (KR) classe ‘50.

I due, una volta giunti negli  Uffici, dopo essere partiti da Cirò Marina (KR), adducendo quale motivazione, con apposita autocertificazione, il solo fine di presentare istanza amministrativa, contravvenendo di fatto alle predette norme, relative al contenimento della diffusione del virus “Covid-19”. Istanza che, non rivestendo comunque il carattere di necessità ed urgenza, poteva tranquillamente essere trasmessa con le previste modalità informatiche (via pec).

Negli ultimi tre giorni, a seguito delle misure contenute nel DPCM dell’11 marzo, nell’ambito di appositi servizi di controllo straordinario, personale della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza, ha deferito in stato di libertà, nr. 9 persone, ai sensi dell’art. 650 c.p., per “inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità”, in quanto in circostanze diverse, questi venivano sorpresi lungo le vie cittadine senza giustificato motivo.

Tra questi, due persone sono state segnalate amministrativamente al sig. Prefetto in quanto assuntori di sostanze stupefacenti poiché trovate in possesso di sostanza stupefacente del tipo marijuana, opportunamente sequestrata.