Cronaca

Coronavirus, in Calabria 11 positivi e 2100 persone censite rientrate dalle zone rosse

Sono 7.985 i malati per coronavirus in Italia, con un incremento di 1.598 persone rispetto a ieri. Il nuovo dato è stato fornito, questa sera, nella consueta conferenza stampa alla Protezione Civile dal commissario Angelo Borrelli.
Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 4.490 i malati in Lombardia, 1.286 in Emilia Romagna, 694 in Veneto, 337 in Piemonte, 313 nelle Marche, 206 in Toscana, 94 nel Lazio, 119 in Campania, 97 in Liguria, 89 in Friuli Venezia Giulia, 52 in Sicilia, 46 in Puglia, 33 in Trentino, 30 in Abruzzo, 28 in Umbria, 14 in Molise, 19 in Sardegna, 15 in Valle d’Aosta, 9 in Calabria, 9 in Alto Adige, 5 in Basilicata.
724 le persone guarite, 102 in più di ieri. 53.826 i tamponi per il coronavirus effettuati finora in Italia, 3.889 più di ieri, secondo i dati forniti dalla Protezione civile. Di questi 20.135 solo in Lombardia, 15.956 in Veneto, 4.906 in Emilia Romagna.
Sono 733 i malati ricoverati in terapia intensiva per coronavirus, 83 in più rispetto a ieri. Di questi 440 sono in Lombardia, che ha avuto un incremento in un giorno di 41 casi. Sono invece 4.316 i malati con sintomi ricoverati e 2.936 quelli in isolamento domiciliare.
In Calabria sono stati eseguiti 225 tamponi, 11 sono risultati positivi. Per quanto riguarda il censimento sulle persone rientrate in Calabria dalla Lombardia e dalle zone rosse inserite nel DPCM dell’8 marzo 2020 sono circa 2.100 in circa 24 ore.