Politica

Coronavirus, Fase 2 : dal 4 maggio si all’incontro con i parenti, chi è rimasto bloccato dal ‘lockdown’ potrà rientrare

Dal 4 maggio ci si potrà muovere per andare a trovare i propri parenti. È quanto è stato comunicato – secondo quanto apprende l’AGI – dal governo alle regioni e agli Enti locali riuniti nella cabina di regia durata due ore. Le misure contenute nel nuovo dpcm verranno illustrate dal premier, Giuseppe Conte, in una conferenza stampa prevista per le 20.20.

Dovrebbe restare il divieto di spostarsi da regione e regione, anche se potrebbe essere – secondo quanto è stato spiegato – modificato il modulo dell’autocertificazione per muoversi.

Sempre dal 4 maggio potrà rientrare nei luoghi di domicilio o di residenza chi è rimasto bloccato dal ‘lockdown’. Sarà consentita anche la ripresa dell’attività motoria individuale e gli allenamenti per gli sport professionisti. Per ora non sarebbe ancora prevista una data per la ripartenza del campionato di calcio. È possibile che per gli sport di squadra si decida di far slittare di una o due settimane la ‘ripartenza’ degli allenamenti.

Via libera inoltre al comparto manifatturiero, all’edilizia e ai cantieri e al commercio ingrosso funzionale. Il commercio al dettaglio invece riaprirà probabilmente la settimana successiva. L’orientamento sarebbe quello di far riaprire i negozi dal 18 maggio. Il 27 riapriranno solo le aziende strategiche e l’edilizia pubblica. La ristorazione lavorerà solo attraverso il servizio d’asporto

Dal 18 maggio riapriranno musei, mostre e luoghi culturali non ancora chiusi. Mentre parrucchieri ed estetisti riapriranno non prima di giugno. (AGI)

In serata la conferenza stampa di Conte in cui verranno annunciate le nuove misure.