Cronaca

Coronavirus, Crotone:l’ASP non comunica nessun dato “a causa di problemi tecnici del Laboratorio di Catanzaro”

A causa di problemi tecnici del Laboratorio di Catanzaro, non è possibile fornire aggiornamenti sul numero dei casi positivi complessivi.

È’ quanto rende noto l’ASP di Crotone nel diffondere il bollettino relativo alla giornata di oggi.

Nella nota diffusa dalla direzione generale si sottolinea che i” ricoverati presso il P.O. S. Giovanni di Dio di Crotone sono 21 e sono tutti assistiti presso il reparto COVID 19/Malattie Infettive.

I dati riguardanti i pazienti residenti nella provincia di Crotone e ricoverati presso altri nosocomi non sono disponibili.

Le attività di sorveglianza sanitaria vengono regolarmente effettuate sul territorio su 1.333 soggetti classificati come “contatti stretti” di soggetti risultati positivi all’infezione virale.

Come accade tutte le sere, nel concludere il bollettino l’ASP raccomanda alla cittadinanza la massima adesione alle misure preventive disposte dalle autorità governative e nazionali, e la massima tempestività nella comunicazione al proprio medico di base circa l’insorgenza contemporanea di sintomi sospetti classificabili come COVID 19 (febbre sopra 37,5 gradi centigradi, tosse, difficoltà respiratorie, congiuntivite).

Da quanto abbiamo potuto apprendere nella sola giornata di oggi i tamponi eseguiti sono stati 78.

A tale proposito, nel pomeriggio l’Asp aveva reso noto che: “Nella mattinata odierna ha preso avvio l’esecuzione dei tamponi diagnostici sugli operatori sanitari della nostra ASP, secondo un criterio di priorità del rischio a cui questi lavoratori sono esposti. Le attività sono coordinato dal nostro Medico Competente, Dott. Alessandro Bisbano, in coordinamento con l’Unità operativa di Otorinolaringoiatria, diretta dal Dott. Agostino Viscomi, che ha prestato la propria disponibilità per la concreta esecuzione dei tamponi. In prima battuta, le attività di screening riguarderanno quindi gli operatori sanitari che a vario titolo prestano la propria attività presso il reparto COVID 19, gli operatori del 118, il personale del territorio incaricato di eseguire i tamponi diagnostici sui casi di sospetta infezione virale. Progressivamente lo screening verrà esteso a tutto il personale sanitario in servizio presso la nostra azienda e presso le strutture private accreditate.

Tuttavia, nell’immediato si procederà all’esecuzione di soli 10 tamponi giornalieri, per come disposto dal laboratorio analisi dell’hub di Catanzaro; comunico, tuttavia, che la nostra ASP si sta muovendo celermente per ottenere l’accreditamento regionale per l’esecuzione in loco dei tamponi diagnostici, e per procedere all’acquisto in service di specifica apparecchiatura per l’analisi degli stessi, al fine di velocizzare ed ottimizzare lo screening di che trattasi”.