Attualità

Contrasto alla emergenza da Covid19, avviato tavolo di confronto tra l’Asp di Crotone e le organizzazioni sindacali

Potenziamento delle USCA , un nuovo impatto dell’assistenza territoriale, dall’ampliamento dei posti letto per la terapia intensiva al potenziamento del reparto infettivi. Sono alcuni dei temi affrontati nel corso degli incontri che  CGIL CISL e UIL, unitamente alle categorie della Funzione Pubblica e dei Pensionati delle tre sigle, stanno portando avanti con le direzioni strategiche delle Aziende Sanitarie ed Ospedaliere del territorio.
Gli incontri, fortemente sollecitati dalle OO.SS., riguardano le azioni messe in campo dalle varie strutture per il contrasto alla emergenza da Covid19 alla luce delle risorse messe in campo dai decreti “Cura Italia” e “Rilancio”.
L’ultimo incontro, in ordine di tempo, ha riguardato l’Azienda Sanitaria di Crotone ed il suo management.
In particolare, si è a lungo dibattuto sulle iniziative che l’ASP Crotonese sta programmando, in condivisione con la Regione Calabria, per fornire i servizi ai cittadini in assoluta protezione dai rischi di contagio e per utilizzare le risorse derivante dai due decreti per guardare oltre l’emergenza stessa.
Un occhio di riguardo è stato posto alla telemedicina, nonostante le criticità che ancora investono questa metodologia in termini di identificazione dei costi per prestazione, e sulla figura introdotta dal decreto rilancio circa l’Infermiere di Quartiere.
Insomma,  – sostengono i referenti delle tre sigle sindacali: Enzo Scalese (Cgil Area Vasta ), Tonino Russo (Cisl Magna Grecia), Fabio Tomaino( Uil Crotone) – almeno nelle premesse, un incontro interessante sotto il profilo di un nuovo approccio alla medicina territoriale ed ospedaliera che lascia ben sperare salvo ripensamenti nella fase di attuazione sui quali proveremo a vigilare con tutte le prerogative che ci appartengono.
L’incontro si è  chiuso con l’impegno del management aziendale a costituire un tavolo paritetico di monitoraggio per approfondire e vigilare tutte le azioni che si intendono adottare.
CGIL CISL e UIL ritengono positivo l’incontro alla luce degli argomenti trattati, si dichiarano pronte ad accogliere la sfida del tavolo paritetico ed assicurano tutto l’impegno possibile per il raggiungimento degli obiettivi dichiarati, saranno altrettanto vigili ed attente a che gli annunci fatti nell’incontro vengano poi trasferiti nella realtà quotidiana portando reali benefici alle nostre popolazioni ed agli operatori del settore.