Cronaca

Cirò Marina (KR): Cardellini in gabbia illegalmente, la scoperta durante una perquisizione

I carabinieri forestali hanno scoperto, nei giorni scorsi, 8 cardellini detenuti illegalmente in gabbie da un uomo in un locale adibito a magazzino a Cirò Marina. I volatili sono stati posti sotto sequestro. Il possessore è stato deferito alla Procura della Repubblica di Crotone.
Nel corso di una perquisizione in un locale al pianterreno adibito a deposito i militari forestali hanno notato la presenza di numerosi uccelli detenuti in gabbie di legno e metallo. Tra di essi hanno notato subito 8 cardellini (nome scientifico Carduelis carduelis). Il possessore alla richiesta degli operatori intervenuti non ha fornito alcun documento che ne legittimasse la detenzione. Esso è stato così deferito alla Procura della Repubblica per la detenzione illegale di uccelli. Considerato che i volatili erano fortemente abituati alla presenza dell’uomo e che una loro eventuale reimmissione in libertà poteva pregiudicarne la sopravvivenza, tenuto conto dell’ottimo stato di detenzione e benessere, i volatili sono stati sequestrati e affidati all’attuale possessore, in attesa delle determinazioni dell’Autorità giudiziaria.
I carabinieri forestali hanno agito in aderenza alle norme vigenti per la tutela degli animali. La legge n. 157/1992, norme di protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio, infatti, sancisce che la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato ed è tutelata nell’interesse della comunità nazionale e internazionale. In tutto il territorio nazionale non è consentita ogni forma di uccellagione e di cattura di uccelli e di mammiferi selvatici, nonché il prelievo di uova, nidi e piccoli nati. L’attività venatoria, conseguentemente, si svolge per una concessione che lo Stato rilascia ai cittadini che la richiedono e che possiedano i requisiti previsti dalla legge. È prevista la pena dell’ammenda per chi abbatte, cattura o detiene specie di mammiferi o uccelli nei cui confronti la caccia non è consentita o fringillidi in numero superiore a cinque o per chi esercita la caccia con mezzi vietati.

Articoli correlati