GERARDO SACCO STRISCIA
PULIVERDE
PULIVERDE

Cirò (KR): Cultura, identità, legalità, studenti americani nella città di Lilio

Pubblicato il 13 marzo 2018 alle 16:21 - di Redazione

Nel solco di un impegno istituzionale ormai consolidatosi negli anni, riconosciuto ed apprezzato a tutti i livelli, continuiamo a considerare la promozione della cultura, dell’identità e della legalità la strada maestra e vincente per condividere concrete occasioni di crescita e di sviluppo ordinato, eco sostenibile e durevole, anzi tutto con la nostra comunità, con il territorio e con gli ospiti che sempre più numerosi scelgono Cirò come destinazione turistica 365 giorni l’anno. È quanto ha dichiarato il Sindaco Francesco PALETTA portando il saluto suo personale, dell’Amministrazione Comunale, della Città e del cirotano alla delegazione degli studenti americani ospiti e protagonisti del dibattito dal titolo ECONOMIA DEL CRIMINE ORGANIZZATO E INNOVAZIONE SOCIALE, promosso nell’ambito dell’educational tour nei territori della Sibaritide e del Crotonese dall’ARCADIA UNIVERSITY insieme all’Associazione Europea OTTO TORRI sullo JONIO, in collaborazione con il Museo della Liquirizia Giorgio AMARELLI, con le due condotte SLOW FOOD POLLINO SIBARITIDE ARBERIA e CROTONE ed il patrocinio dei comuni di ROSSANO e CIRÒ. La CITTÀ del VINO e del CALENDARIO è stata tappa privilegiata (insieme a ROSSANO) dell’evento didattico itinerante CALABRIA, UN MONDO IN EQUILIBRIO PARALLELO? conclusosi nei giorni scorsi. – Nella pubblicazione BENI CONFISCATI ALLE MAFIE: IL PAESE DEI SEGNI curata dall’Agenzia per le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale CIRÒ viene indicato come esempio virtuoso e positivo nella gestione degli immobili sottratti alla criminalità organizzata. Ed è stato, questo, il leit motiv dell’intero incontro al quale, coordinati dal Direttore di Otto Torri sullo Jonio Lenin MONTESANTO, oltre al Primo Cittadino che ha aperto il confronto, hanno portato il loro contributo anche il Commissario Prefettizio del Comune di Cirò Marina Giuseppe GUALTIERI, Michele CIOCIOLA, Magistrato presso il Tribunale di Crotone, Umberto FERRARI, referente provinciale LIBERA – Associazione contro le Mafie e Luigi MONACO della Condotta SLOW FOOD CROTONE. Il percorso di recupero dei beni a CIRÒ è iniziato nel 2007. Portato avanti dalla precedente amministrazione comunale, prosegue con questa attuale. Per numero di opere e beni confiscati alla mafia ed affidati, la CITTÀ DEL VINO E DEL CALENDARIO continua a registrare, considerate le dimensioni, un record importante e significativo su scala regionale e nazionale. Sono 10 immobili con 22 unità. Si tratta di abitazioni, fabbricati, unità immobiliari, terreni agricoli, locali adibiti a garage e box, appartamenti in condominio, bar e ristoranti, sottratti al degrado e restituiti alla collettività. Dal Museo Archeologico (ex ristorante) alla sede dell’Associazione MISERICORDIA (ex abitazione), dal laboratorio scientifico intitolato a Luigi LILIO in memoria del Preside Gabriele VINCENZO al Centro Diurno per ragazzi Alessandro VITETTI che un tempo ospitava un bar; passando dai 150 ettari di terra distribuiti tra il comune di Cirò e quello di ISOLA CAPO RIZZUTO, terreni appartenenti alla ‘ndrangheta affidati tramite bando ad una cooperativa sociale LIBERA, fino all’ex casa FARAO, adibita oggi a magazzino e deposito comunale. Prossimi ad essere concessi per uso sociale 5 immobili (ex abitazioni). – Accompagnati dalla PRO LOCO e dagli assessori Cataldo SCAROLA e Francesco MUSSUTO, gli universitari americani dell’ARCADIA sono stati anche protagonisti di una degustazione enogastronomica, accompagnata da musica identitaria, sul suggestivo antico Bastione CANNONE prima della visita al Palazzo dei Musei e di una passeggiata nel borgo storico.

CISL FASCIONE
Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterPrint this page

wesud è aperto alla condivisione di materiale e di idee, la responsabilità civile e penale di manoscritti e immagini ricevute è da imputare esclusivamente agli autori. La redazione, pertanto, non è da considerarsi necessariamente in linea con gli stessi.

Redazione