Attualità

Ciclofficina: giovani menti crotonesi al servizio del Ri-Ciclo a due ruote

 

Nuova sede per i ragazzi di Ciclofficina, l’associazione culturale che da qualche anno ha fatto del mondo a due ruote una ragione di vita, un lavoro, una giovane piccola realtà nata da sole menti crotonesi.
Le attività di Ciclofficina sono tante, tutte a disposizione dei crotonesi, così come tante sono le idee messe sul piatto che aspettano solo di vedere la luce nei mesi che verranno. L’officina della bicicletta è la principale, riparazioni di ogni genere, sostituzioni dei componenti rotti, adeguamenti dei mezzi a due ruote alle esigenze dei ciclisti, cercando in prima battuta di sostituire e integrare materiali di recupero da altre biciclette, così da abbattere i costi, e dove dovesse servire utilizzando ricambi nuovi. Ma ciclofficina non significa solo riparazioni, bensì noleggio di biciclette, garage per quelli che non hanno spazio in casa, a breve anche il bike sharing per poter andare da tufolo fino in centro in bici per poi lasciarla lì e viceversa, e la grande novità: l’arte!
Già, perché con le parti guaste delle biciclette, rocchetti, fanali, corone, catene, Ciclofficina realizza componenti d’arredo alternativi, che già stanno avendo una buona risposta da parte dei crotonesi, che si accaparrano ogni creazione nata nell’officina del riciclo.
Ciclofficina è uno dei più belli esempi in città di come le idee e la voglia di fare bene delle giovani menti Crotonesi possano dare frutti e sbocchi lavorativi in una terra che ha necessità di iniziative simili. La sede, realizzata anche grazie all’aiuto di Fabio Amoruso e Sara Greco, è già operativa e nel giro di pochi giorni verrà inaugurata ufficialmente; Giuseppe Scali, Fabio Todarello e Giuseppe Macirella, vi aspettano tutti i giorni dalle 16 alle 19 in via Cima Rosa per offrirvi i loro servizi e la loro competenza sul mondo delle due ruote.

Fabrizio Carbone