Sport

Chievo – Crotone 1-2: Colpaccio al Bentegodi! Falcinelli firma la prima vittoria in trasferta

Il risultato dell’andata regalò al Crotone la prima vittoria assoluta in serie A, quello del ritorno la prima vittoria assoluta in trasferta nel campionato di massima serie. E’ il Chievo la vittima sacrificale della squadra di Nicola. Gli squali si trasformano in corsari e superano i clivensi con Ferrari e Falcinelli che rispondono al momentaneo pareggio di Pellissier, dopo una gara giocata a viso aperto, senza timore alcuno. Una vittoria che fa respirare la squadra calabrese che si porta ora a -5 dall’Empoli, testimonianza del fatto che il calcio non è e non sarà mai una scienza esatta e finché la matematica non condanna, credere nell’impossibile, con le dovute precauzioni, deve essere l’imperativo.

CAPEZZI PREFERITO A BARBERIS, TRA I CLIVENSI NON C’E’ SORRENTINO – Crotone che prova l’impresa al Bentegodi schierandosi col rodato 4-4-2. Poche novità tra gli undici titolari in campo: in avanti torna dal primo minuto Trotta al fianco di Falcinelli e Capezzi viene preferito a Barberis in mediana. Maran tiene in panchina Sorrentino e schiera dall’inizio Seculin tra i pali. Meggiorini a riposo, il tandem d’attacco è formato dunque da Pellissier e Inglese, pronti a raccogliere gli inviti del trequartista Birsa.

RETI BIANCHE, BUON RITMO E TANTE OCCASIONI –  Partita equilibrata nei minuti iniziali, parecchi tentativi da ambo le parti con i padroni di casa che provano subito a sbloccare il match col veterano Pellissier, che al 4′ mette i brividi a Cordaz con un minaccioso colpo di testa da pochi passi, ma l’estremo difensore pitagorico, come al solito, si rivela abbastanza reattivo e sventa la chance buona per il vantaggio clivense. Dopo l’inizio veemente del Chievo esce fuori il Crotone che prende confidenza col terreno di gioco e cerca di colpire con Falcinelli che si avvicina alla rete dell’1-0 per ben due volte ma la mira non è proprio quella di un infallibile cecchino e la sfera si spegne sul fondo in entrambi i casi. Gli squali superano con classe lo sbandamento iniziale ed affrontano in maniera impavida un Chievo fin troppo imballato che solo grazie al proprio portiere Seculin, impegnato costantemente da Rohden, Falcinelli e Trotta, riesce a mantenere il risultato in perfetto equilibrio. Col passare dei minuti l’intensità cala, i veneti arretrano il baricentro e il match trova nel centrocampo la zona di maggior vivacità. L’ultimo squillo della prima frazione è di marca gialloblù con Castro al 42′, l’argentino cerca la rete grazie ad un tiro a giro che però termina la sua corsa al lato.

PELLISSIER RISPONDE A FERRARI, FALCINELLI FIRMA LA VITTORIA – Nella ripresa il Crotone sembra prendere in mano le redini del gioco. Squali subito pericolosi con uno scatenato Trotta, che prova a replicare il gol segnato all’andata con un bel rasoterra sul quale si avventa Seculin mandando la sfera in corner. Ed è proprio da calcio d’angolo che gli ospiti trovano lo spiraglio giusto per il vantaggio: Crisetig becca Ferrari, lasciato colpevolmente solo dalla retroguardia di Maran, il difensore non si fa pregare e schiaccia di testa beffando Seculin. Il Crotone la sblocca meritatamente.
Ai pitagorici però non basta, la squadra di Nicola tenta immediatamente il bis con Trotta che raddoppia, ma il colpo di testa dell’ex Avellino è giudicato in offside e l’arbitro Calvarese annulla lo score. Non c’è però il tempo di abbassare la guardia, nel momento migliore dei rossoblù infatti il Chievo riesce a pareggiare: Castro si invola sulla sinistra e mette in mezzo un cross teso pescando in area l’eterno Pellissier che con potenza, di testa, trafigge Cordaz. 
Il pareggio ringalluzzisce i clivensi, Maran vuole portarla a casa e inserisce una terza punta. Fuori Birsa per Meggiorini. Nicola risponde dando peso al reparto avanzato con Nalini che rileva lo svedese Rohden, ma indirettamente sbilancia la squadra, che si salva dalla rimonta veneta solo grazie al palo. E’ infatti il montante a sventare il 2-1 di Castro che incoccia di testa al minuto 71. Il Crotone però non si perde d’animo e all’82’ effettua il sorpasso. Contropiede letale gestito dagli ospiti, Stoian serve con un filtrante micidiale Falcinelli, il bomber controlla e con un tiro a rientrare infila il pallone sotto il sette. Il risultato finale è 2-1 per gli squali. Un successo che riporta inaspettatamente in corsa i calabresi, a sole cinque lunghezze dall’Empoli. Un’impresa però sempre più ardua, domenica prossima, allo Scida, arriva l’Inter di Icardi.