Politica

Casabona, il PD si organizza e avvia il confronto con tutte le forze sociali per il rilancio del paese

“Il partito democratico ha concluso il giro di incontri con le associazioni, i partiti politici, le cooperative e i movimenti operanti nella Comunità di Casabona”.

E’ quanto comunica Francesco Vaccaro, segretario della sezione cittadina, sottolineando che il PD “non ha ancora di intraprendere strade nuove e cercare di imboccare, finalmente, quella giusta per il rilancio del paese”.

L’iniziativa d’ascolto sull’Associazionismo e non solo, istituito dai dirigenti del Partito, – sostiene Vaccaro – ha voluto intraprendere un dialogo con il fitto e variegato mondo degli operatori sociali e politici, che ha risposto con curiosità ma anche con un certo entusiasmo alla chiamata di confronto. Molte le sigle associative intervenute, tra le quali: Ass. musicale stanislao Pisani, Italia Nostra, Casabona per lo Sport, Centro Diurno la Sorgente, AVIS Casabona Movimento ET 24 Agosto, Ass Zinga nel cuore, il Movimento 5 stelle. A tutti gli incontri ha partecipato una delegazione del partito alla presenza del segretario che ha coordinato le iniziative. Nella frazione Zinga poi l’iniziativa ha coinvolto una gran parte di cittadini. Qui – sostiene il segretario Francesco Vaccaro – è stato ribadito che sono proprio le periferie per prime a patire del mal governo passato e dove serve un piano straordinario di “salvezza” del piccolo borgo.

È emersa, una forte volontà del Partito Democratico di guidare le redini di un cambiamento e volgere lo sguardo alle realtà associative quali interpreti autentici, molto spesso anche unici, di realtà alle quali la politica tradizionale ha da troppo tempo rinunciato. Della stessa idea – prosegue Vaccaro – i rappresentanti delle molte associazioni intervenute all’incontro, concordi nella individuazione del proficuo dialogo tra futura amministrazione e associazioni quale strumento indispensabile al cambiamento di cui la stessa politica ha bisogno.

Ovviamente – continua Francesco Vaccaro – non sono mancati gli incontri che riguardano da vicino il Partito Democratico, nonché alla necessità, sostenuta da altri, che il Pd inizi a guardare a tutta la sinistra cittadina. È aumentata ancora di più la necessità di ribadire che la “svolta” può avvenire solo ora, l’occasione è piuttosto unica che rara. Sono state tante le richieste di partecipazione e la messa a disposizione di numerose persone per la formazione del gruppo e del programma stesso. Co-progettazione è la parola d’ordine.

È ormai concetto acquisto – prosegue Vaccaro – che l’unico gruppo capofila di un nuovo corso a Casabona è il PD. Idee chiare, linee stabilite e progetti realizzabili con un gruppo coeso, nuovo e allo stesso tempo con Esperienza. Una consapevolezza e una voglia che da anni non è mai cessata pur essendo stati messi all’angolo. Crediamo in Casabona e nei Casabonesi. Da giovane Segretario invito a mettere da parte rancori e scontri passati a favore di un progetto comune, il prezzo che abbiamo pagato e troppo alto e il futuro troppo buio da affrontare da soli.

Saranno presto promossi dal PD – conclude Vaccaro – ulteriori incontri aperti a tutti: il prossimo, infatti, dovrebbe riguardare un’assemblea generale di tutte le forze politiche, associazioni e liberi cittadini disponibili alla ricostruzione e rilancio di Casabona.