Sport

Brescia – Crotone 3-0. Che batosta al Rigamonti !

Brutta sconfitta per il Crotone di Ivan Juric che nell’anticipo serale, valevole per la 31esima giornata del campionato cadetto, cade sotto i colpi del Brescia che rifila alla capolista uno spietato 3-0, risultato che rilancia i lombardi in chiave playoff ma allo stesso tempo rischia di compromettere il primato pitagorico.
Il Crotone deve fare a meno del cigno Budimir acciaccato, costretto a cambiare le carte in tavola dunque il tecnico rossoblù, che schiera il tridente Di Roberto – Palladino – Ricci, con quest’ultimo libero di muoversi lungo il reparto avanzato agendo da “finto nueve”.
Le rondinelle invece devono riscattarsi dalla sconfitta patita nell’ultimo turno di campionato, ma vogliono soprattutto dedicare una vittoria al compianto e storico presidente Gino Corioni, scomparso in settimana, per cui viene osservato un commovente minuto di raccoglimento prima del fischio d’inizio. Boscaglia in ogni caso non cambia modulo e si affida al 4-2-3-1 schierando Embalo, Morosini e Kupisz dietro all’unica punta Geijo preferito all’airone Caracciolo ancora non in condizione.
Gli squali iniziano il match mettendo pressione ai padroni di casa e sfiorano addirittura il vantaggio al ‘7 con Ricci: l’esterno sfodera una potente conclusione che per poco non beffa Minelli, bravo a recuperare salvando in corner. I ritmi si alzano e i lombardi cambiano atteggiamento salendo prepotentemente in cattedra. Il team di Boscaglia trova il vantaggio al 35’: grande apertura di Morosini che pesca il taglio di Mazzitelli, il centrocampista non ci pensa due volte e scaglia un diagonale di contro balzo che trafigge Cordaz e fa esplodere la curva delle rondinelle.
Nella ripresa il pressing diminuisce e la partita si addormenta per qualche minuto fino al 55′ quando avviene l’episodio che cambia decisamente l’incontro. Capezzi già ammonito in precedenza commette un fallo su Martinelli, proprio sotto gli occhi del direttore di gara, che senza remore lo rispedisce negli spogliatoi.
L’inferiorità numerica annienta psicologicamente i rossoblù e al 57′ il Brescia ne approfitta con Embalo, autore del raddoppio, che lascia partire un sinistro ad incrociare che sbatte sul palo ed entra in rete fulminando l’incolpevole Cordaz.
La partita è ormai segnata. Gli squali, sotto di un uomo, non hanno la forza di reagire se non con qualche timido tentativo di Torromino, entrato al 60′ al posto di Palladino.
Al 71′ i padroni di casa calano il tris. Sponda di Kupisz per Morosini che dal limite caccia dal cilindro un destro potentissimo che toglie le ragnatele dal sette e sancisce il k.o. definitivo per i pitagorici.
Una squadra fin troppo sotto tono il Crotone visto stasera al Rigamonti, a tratti irriconoscibile, aggredito sin dall’inizio da un Brescia molto più cattivo e spietato che ha meritato il risultato dominando sotto il profilo del gioco e del possesso palla, quasi incontrastato.
La testa ora è rivolta al big match della prossima giornata. Quel Crotone-Pescara che in caso di successo rossoblù consacrerebbe definitivamente la squadra di Juric, sempre più vicina ad un’inaspettata promozione in serie A attesa ormai da tutto lo stivale.

O.P.