Politica

Bonifiche e non rifiuti, il PD crotonese contro al discarica a Santa Marina di Scandale (KR)

Il PD crotonese ha espresso la sua netta contrarietà alla realizzazione della discarica di santa Marina a Scandale.
È’ quanto emerso nel corso della partecipata Segreteria Provinciale che il Partito Democratico, ha tenuto nella serata di ieri venerdì 10 maggio.
Al centro dei lavori il tema “Discarica di Scandale”, unanime, si è registrata da parte di tutti i membri della Segreteria, vicinanza ai cittadini di Scandale per quello che stanno vivendo in queste ore.
Il Partito Democratico – si legge in una nota – ha avviato una seria e profonda analisi della situazione venutasi a creare, avendo letto i provvedimenti e quanto la legge impone alle province che devono dotarsi, ognuna, di una propria discarica di servizio. A tal punto ci si chiede anche il perché la scelta ricada proprio ed unicamente sulla Provincia di Crotone, per altro la Provincia che vede come massimo rappresentante istituzionale l’Assessore regionale all’ambiente.
La segreteria del Partito Democratico nutre alcune perplessità che nei prossimi giorni porterà a conoscenza della Giunta Regionale.
La richiesta legittima é, che la Provincia di Crotone non sia l’unica e non diventi, di conseguenza, la pattumiera della Calabria.
Perché – prosegue la nota del PD crotonese – il rischio che, a differenza dell’assessore Rizzo, la Segreteria Provinciale prevede, è che questa si trasformi da discarica di servizio a discarica utile a smaltire ogni esigenza ed urgenza del sistema rifiuti dell’intera regione.
La Provincia di Crotone ha bisogno di essere bonificata e non trasformarsi in una ulteriore pattumiera.
Il Partito Democratico, dunque, conclude la nota – vigilerà su questo tema delicatissimo per il territorio.
L’ impegno sarà quello di chiamare in causa nuovamente la Giunta Regionale e rivedere, insieme ad essa, ogni soluzione possibile ed ancora percorribile che metta al sicuro la salute dei crotonesi.