Cronaca

Bambino nordafricano preso a calci perché si avvicina ad un neonato in passeggino

Un bambino di tre anni, immigrato, è stato colpito con un calcio all’addome da un uomo perché si era avvicinato al figlio in passeggino. Il fatto, ricostruito da una passante che ha assistito alla scena, è accaduto nel centro di Cosenza, davanti a numerose persone. Il bambino, di origini nordafricane, è stato immediatamente soccorso dai passanti che hanno chiamato il 118 e allertato la polizia. Il piccolo è stato portato nel pronto soccorso dell’ospedale cittadino per gli accertamenti, ma fortunatamente non ha riportato gravi danni.
Gli uomini della Polizia di stato intervenuti sul posto, sulla base delle testimonianze raccolte, e alla visione di numerose telecamere di video-sorveglianza, hanno individuato e denunciato l’autore dell’insano e terribile atto. Denunciata anche la moglie. Si tratta di T.D., di 22 anni, e M.V., di 24 anni. Entrambi, secondo l’accusa, hanno aggredito il piccolo che si era avvicinato alla carrozzina della loro figlia neonata. I due sono stati denunciati con l’accusa di lesioni personali aggravate.