Cronaca

Assolti per il crollo della gru Syndial e i suoi rappresentanti

Syndial e Pierfilippo Mocciaro, suo rappresentante a Crotone, e Massimo Gennarini sono stati assolti per il crollo della gru nel porto commerciale.
I fatti risalgono al 5 luglio del 2012.
Durante le fasi  di smontaggio crollò al suolo una gru della ex Pertusola, alta 40 metri, provocando la morte di Giancarlo Gennarini, 55 anni di Crotone, e il ferimento di altre due persone.
L’uomo era impegnato nello smantellamento di una grossa gru di ferro installata sulla banchina di riva del porto, che un tempo era utilizzata per movimentare le merci in entrata e uscita del vecchio stabilimento metallurgico Pertusola sud.
Il Tribunale ha inoltre rinviato a giudizio tutti gli altri imputati che compariranno davanti al Tribunale monocratico il 21 settembre.
Gli avvocati Francesco Verri, del Foro di Crotone, Giuseppe Lucibello, del Foro di Milano, e Avv. Vincenzo Cardone, del Foro di Crotone, difensori di Syndial commentano così la sentenza: “Syndial e il suo ex responsabile del sito di Crotone sono stati assolti per non aver commesso il fatto. Nel rispetto del dolore dei familiari del lavoratore deceduto, esprimiamo grande soddisfazione per la sentenza pronunciata, già nell’udienza preliminare, dal giudice Anna Lucia Altamura. La decisione riconosce sia la totale estraneità di Syndial e del suo rappresentante, in virtù della nomina di un responsabile dei lavori e delle altre figure previste dalla normativa sulla sicurezza nei cantieri sia l’esistenza di un modello di organizzazione e gestione puntuale e specifico che ha determinato l’assoluzione della società oltre che del suo responsabile”. (foto archivio)