Sport

Ancora una sconfitta per la Pallamano Crotone

Cambiano gli avversari, ma non l’andazzo per la Pallamano Crotone che torna da Altamura con una sconfitta fotocopia di quella della settimana precedente in casa della Fidel Andria. Punteggio simile e andamento della partita praticamente uguale. Buon primo tempo con la squadra crotonese che regge bene l’impatto degli avversari, anzi sembra riuscire a controllare la partita e piazzare da un momento all’altro un break decisivo per dare una svolta alla gara. Contro un avversario non impossibile la Pallamano Crotone non si esprime come sa fare, regge nel primo tempo salvo poi crollare nella seconda frazione di gioco.

Squadra dai due volti quella rossoblù, veloce, vogliosa e determinata nel primo tempo che si porta in vantaggio, anche se poi non gestisce, e svogliata indolente e incapace di reagire quella del secondo tempo. Nell’intervallo la Pallamano Crotone si rilassa troppo, analizza gli errori commessi nel primo tempo, ma non li corregge non riesce a trovare il bandolo della matassa. Nel secondo tempo una volta sul parquet ha subito la partenza forte degli avversari e poi si è limitata a rincorrere, una rincorsa a perdifiato perché quando si insegue ma non ci si avvicina, con il passare dei minuti ci si demoralizza si perdono lucidità e forze. È esattamente quello che è successo in casa dell’Altamura. Gli avversari hanno giocato la loro onesta partita senza strafare mettendo in campo una pallamano semplice e lineare senza grosse sbavature, a differenza della Pallamano Crotone che anche in questa occasione ha sbagliato di tutto, specie in attacco. Insomma alla fine ha vinto chi ha sbagliato meno.

Sabato prossimo il campionato osserverà un turno di sosta, molto ben accetta in casa Crotone perché il tecnico Antonio Cusato avrà così il tempo di correggere gli aspetti che non hanno funzionato in queste due partite.