Politica

Ambiente e territori: incontro tra le Regioni e il ministro Sergio Costa

Si è svolto, nella sede il ministero dell’ambiente, il primo incontro tra le Regioni e il ministro Sergio Costa per trattare tutte le problematiche inerenti la difesa dell’ambiente e del territorio.

Alla presenza del presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, l’assessore Donatella Spano, nella qualità di coordinatrice degli assessori all’ambiente, ha consegnato al ministro un nutrito dossier che riassume le tematiche afferenti i rifiuti, la tutela delle acque, la qualità dell’aria, la tutela del suolo e assetto idrogeologico, le procedure di valutazione ambientale, i cambiamenti climatici e l’agenzia italiana meteo.

La Regione Calabria è stata rappresentata dagli assessori Antonella Rizzo e Franco Rossi.

L’assessore Rizzo ha relazionato sulla problematica delle infrazioni comunitarie trattando nel dettaglio la questione sulle bonifiche dei SIN e sull’accelerazione per l’eventuale nomina del commissario. Il secondo argomento trattato dall’assessore all’ambiente ha riguardato l’individuazione dei criteri di priorità di accesso presso gli impianti di incenerimento e la necessità di assicurare la priorità di accesso ai rifiuti urbani prodotti nel territorio regionale. In terza battuta la Rizzo ha evidenziato l’esigenza di rispettare il principio di autosufficienza nello smaltimento dei rifiuti urbani non pericolosi e dei rifiuti derivanti dal loro trattamento in ambiti territoriali ottimali, al fine di evitare che anche nella nostra regione, come in altre, vengano conferiti rifiuti urbani pretrattati al fine di farli diventare speciali. L’esponente della Giunta della Regione Calabria ha poi illustrato il programma di interventi previsti dal decreto Italia sicura mettendo in evidenza, la tempestiva ripresa del percorso avviato con il passato governo, per arrivare alla definitiva approvazione degli accordi di programma. Infine l’assessore Rizzo ha affrontato il problema tanto caro al ministro Costa: plastica free, con l’illustrazione del lavoro svolto dalla Regione Calabria in tema di microplastiche in mare, attraverso il programma Marine strategy e la possibilità di firmare accordi con le capitanerie di porto e le cooperative della piccola pesca per avviare una campagna di raccolta dei rifiuti in mare.

Il Ministro ha espresso grande apprezzamento per il lavoro svolto dall’assessore Rizzo e dall’intero dipartimento ambiente e ha richiesto uno specifico dossier al fine di calendarizzare un incontro per affrontare nello specifico le problematiche esposte.

L’assessore Rossi ha illustrato i contratti di fiume evidenziando come gli stessi siano uno strumento di programmazione strategica e negoziata, per la tutela, la gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali, contribuendo allo sviluppo locale di tali aree. In tal senso Rossi ha rimarcato come risulti strategico codificare normativamente il processo dei contratti di fiume, definendo apposite azioni di supporto e affiancamento ai territori. Tali azioni dovranno coinvolgere il coordinamento delle Regioni ed individuare risorse finanziarie dedicate.

Il ministro Costa si è complimentato con l’assessore Rossi per l’attività portata avanti su una tematica che svolge il duplice ruolo di tutela e sviluppo dei territori. Ha inoltre chiesto all’assessore Rossi di fornirgli il dettaglio del lavoro finora svolto perché a livello centrale si possa coordinare un’azione sinergica che, attraverso un’apposita previsione normativa, dedichi specifiche risorse alle regioni che portano avanti tali problematiche.

La riunione si è conclusa con un aggiornamento per il prossimo mese di settembre.