Attualità

Alto livello tecnico e notevole energia organizzativa al Torneo Internazionale di Scacchi di Cutro giunto alla sua XXV edizione

Il Torneo Internazionale di Scacchi di Cutro ha compiuto il suo venticinquesimo compleanno. Un venticinquesimo di vita che s’è distinto per l’alto livello tecnico della partecipazione e per la notevole energia organizzativa profusa. Questa venticinquesima edizione a differenza degli altri anni si è svolta nel mese di settembre e non nel periodo aprile-maggio. Una scelta che è stata ripagata dalla notevole partecipazione degli scacchisti, 66 giocatori provenienti da 13 nazioni, di cui 6 Grandi Maestri e 4 Maestri internazionali. Il numero dei partecipanti è stato addirittura il doppio rispetto a quello delle edizioni precedenti, le nazioni rappresentate erano: Italia, Grecia, Francia, Filippine, Danimarca, Moldavia, Ukraina, Russia, Belgio, Principato di Monaco, Austria, Georgia, Bielorussia. Un bel carnet di nazioni e certamente un’apertura sempre più internazionale per la cittadina collinare della Calabria ionica che ha dato i natali al grande scacchista cutrese del cinquecento, Gio.Leonardo Di Bona.
L’edizione di questo anno ha segnato soprattutto una proficua collaborazione tra il Comune di Cutro, Assessorato alla Cultura, e l’Associazione Scacchistica Cutrese. Una collaborazione, che nelle parole della organizzatrice della manifestazione, Dottoressa Ilaria Olivo, giovane arbitro internazionale, è stata veramente importante e con risultati lusinghieri. Un entusiasmo ben giustificato dalla Olivo in considerazione dell’elevato livello tecnico. Infatti ci tiene a precisare “Che s’è trattata dell’edizione più importante e qualificante da un punto di vista tecnico, vista la qualità dei partecipanti e il prestigio e livello di alcuni scacchisti, quali: Patrick Van Hoolandt, Presidente dell’Associazione Francofona Degli Scacchi; Ioulia Makka detentrice del titolo di Campionessa nazionale della Grecia e Nino Maisuradze, più volte campionessa di Francia ed il vice campione italiano Under 14 Claudio Paduano”.
Vincitore del Torneo Magistrale, per la prima volta nella storia del Torneo scacchistico cutrese, è stato un italiano, il Gran Maestro Luigi Basso, che ha totalizzato 7 punti su 9. Il secondo e terzo posto sono stati conquistati rispettivamente dal Grande Maestro bielorusso Nikita Maiorov e dal Grande Maestro russo Vladimir Burmakin. Il Torneo Open B invece è stato vinto da Piercarlo Marincolo con 6 punti su 7, al secondo posto s’è piazzato il romano Luca Buffoni ed al terzo posto il campano Gennaro Paduano. In questa edizione s’è di nuovo riproposto il Torneo Under 16 per i ragazzi, che ha visto una notevole presenza di partecipanti, e in particolare v’è stata una maggioranza delle giocatrici femminili rispetto alla componente maschile, e ciò rappresenta un fatto inusuale per gli scacchi. Il vincitore per gli under 16 è stato Alessandro Palmieri, al secondo posto Cristian Palmieri e al terzo posto Chiara Pantuso. Questa sezione è stata fortemente voluta dall’Associazione Scacchistica Cutrese e v’hanno profuso notevole impegno il Presidente della medesima associazione Dott. Francesco Palmieri ed il consigliere Ezio Scerra. Parallelamente s’è svolto il torneo che ha visti impegnati alcuni ragazzi immigrati, ospiti nel Centro di Accoglienza di Sant’Anna, e ciò per dare un segnale di integrazione e inclusione sociale. Così si confermano articolazione, apertura internazionale, qualità tecnica e inclusione sociale del Torneo Internazionale di Scacchi. Il Direttore di Gara è stato Paolo Olivo, Arbitro FIDE.
L’Assessore alla Cultura e Vicesindaco del Comune di Cutro, Dottoressa Anna Battaglia ha inteso esprimere la sua più viva soddisfazione per la riuscita dell’evento, soprattutto ha ringraziato l’Associazione Scacchistica Cutrese e, in particolare, la Dottoressa Ilaria Olivo, il Dottore Palmieri, Ezio Scerra e Paolo Olivo per l’impegno attivo nell’organizzazione. L’Assessore ha rimarcato l’importanza di questa collaborazione che avrà un prosieguo positivo. Allo stesso tempo Anna Battaglia ha sottolineato l’importanza del livello tecnico e i numeri della manifestazione, precisando che la scelta di tenere lo svolgimento del Torneo Internazionale di Scacchi nel mese di settembre s’è rivelata felice, vista la rilevanza che ha avuto l’evento sul piano internazionale. L’Assessore ha ringraziato i partecipanti e ha infine affermato che per Cutro il Torneo Internazionale di Scacchi rappresenta un evento che rafforza e afferma l’immagine positiva della città di Gio. Leonardo Di Bona e la proietta in una dimensione comunicativa appunto internazionale.
Cutro si conferma sempre più la città degli scacchi e il Parco Tematico di via Guglielmo Marconi è sempre più destinato a diventare un centro di notevole importanza scacchistica a livello internazionale, in particolare europeo.