Attualità

All’aeroporto Sant’Anna il progetto Unicef Baby Pit Stop

Un nuovo primato per lo scalo aeroportuale di Crotone.

Lo scalo pitagorico è infatti il secondo aeroporto d’Italia, dopo Torino, che ha aderito al progetto Unicef BABY PIT STOP per le mamme che allattano.
Allattare al seno è un gesto semplice e naturale che tutte le mamme dovrebbero poter fare ovunque, ma che a volte risulta difficile, se non proibitivo.
Per questo l’UNICEF Italia, nell’ambito dell’iniziativa “Ospedali & Comunità Amici dei Bambini”, si pone come obiettivo l’allestimento in Italia – a cominciare dalle proprie sedi territoriali: i Comitati Provinciali e i Punti di Incontro – di 1.000 Baby Pit Stop UNICEF: ambienti protetti, in cui le mamme si sentano a proprio agio per allattare il loro bambino e provvedere al cambio del pannolino.

All’inaugurazione dell’Unicef Baby Pit Stop ha partecipatoSales and Marketing Manager Italy, Greece and Croatia di Ryanair.
Alborante si è complimentato con il Presidente Provinciale Unicef Donatella Intrieri Fauci per l’eccellente iniziativa dell’Unicef Baby bit stop.

Il Manager Ryanair ha ringraziato il Direttore dell’aeroporto per aver incrementato i servizi a favore dei passeggeri Ryanair

Baby Pit Stop UNICEF è la sala, per accogliere i bambini ed una sosta sicura per allattare al seno.
Situata al piano terra zona arrivi, messa a disposizione dalla Società Aeroportuale che ha aderito al progetto Unicef con entusiasmo per aumentare i servizi al passeggero in partenza o arrivo da o per l’aeroporto di Crotone.
Ai neonati e alle loro mamme è dedicato il Baby Pit Stop UNICEF, un’area dotata di poltrona per allattare più comodamente e riservatamente, fasciatoio, lavandino.
Il Baby Pit Stop UNICEF è un servizio gratuito.