Attualità

AL VIA PIANO DIFFERENZIATA

Un Piano per spingere la raccolta differenziata di carta e cartone nel sud Italia che ”rappresenta un’area in cui si registrano ingenti ritardi sui livelli di raccolta ma che mostra anche un notevole potenziale di sviluppo”. A mettere a punto il Piano ci ha pensato Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica) che stanzia 7 milioni di euro, d’intesa con Conai (Consorzio nazionale imballaggi) e il patrocinio del ministero dell’Ambiente. Le regioni del Mezzogiorno prese in considerazione sono otto e pari a un terzo della popolazione del Paese: Abruzzo, Puglia, Campania, Calabria, Basilicata, Molise, Sicilia, Sardegna. I comuni interessati sono circa 70; tra questi ne sono stati individuati alcuni su cui intervenire a sostegno della raccolta, finanziando l’acquisto di attrezzature, nuovi automezzi e campagne di comunicazione: Pescara, Foggia, Bari, Napoli, Caserta, Palermo, Messina, Siracusa, Ragusa, Sassari, Sciacca e Catania. L’obiettivo, spiega il presidente Comieco Ignazio Capuano, è di puntare ”ad intercettare parte delle oltre 700 mila tonnellate che ancora finiscono nell’indifferenziato. Il Piano per il sud – conclude – si inserisce in più ampio quadro di iniziative”.Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando esprime ”apprezzamento per l’iniziativa” facendo presente che il ”problema che c’è è la scarsa attenzione per il Mezzogiorno. Noi chiediamo che il tema dei rifiuti insieme all’acqua faccia parte di quella che abbiamo chiamato una vera e propria ‘calamità’ istituzionale. Tutti i comuni siciliani – osserva il primo cittadino di Palermo – sono impegnati su questo versante chiediamo di introdurre un ulteriore elemento di convenienza al Piano da parte del ministero”, e cioè che si ”preveda la nascita di qualche cartiera nel Mezzogiorno. Credo che questo possa incentivare la raccolta di carta e cartone”. Il sindaco di Messina, Renato Accorinti, chiede di ”non abbandonare” il sud, facendo poi presente che questa iniziativa è ”una grande opportunità. La differenziata è la cartina di tornasole della coscienza di un popolo. E’ un percorso di civiltà”.