Attualità

Al via le attività della Scuola di formazione per il bene comune con il supporto della Camera di commercio di Crotone

Dal prossimo 9 febbraio, prenderanno il via anche in Calabria le attività della “Scuola di Formazione per il bene comune” promossa dalla Fondazione per la Sussidiarietà e dalla Fondazione Italia Decide con il supporto istituzionale della Camera di commercio di Crotone.
L’appuntamento è previsto per le ore 9:45, presso la sede di Unioncamere Calabria, in via delle Nazioni, a Lamezia Terme, con l’incontro dal titolo “Democrazia, libertà, sussidiarietà”.
La Camera di Commercio di Crotone, data la forte valenza sociale dell’attività prevista, sostiene con entusiasmo questa importante iniziativa, unitamente a Confcommercio Calabria Centrale, all’Associazione “Il Sud già e non ancora”, e al “Movimento futuro plurale, centro studi Aletheia”.
L’intento è quello di favorire una partecipazione attiva e cosciente della società civile alla vita sociale per contrastare l’attuale crisi della democrazia e della politica.
“Democrazia, libertà e sussidiarietà”, “L’Italia nei contesti europei e mediterranei, tra integrazione e nuovi nazionalismi”, “La necessità di un’etica pubblica”, questi i principali temi che saranno dibattuti nel corso di sette incontri che si terranno tra febbraio e novembre.
“La Camera di Commercio di Crotone ha fortemente creduto nelle iniziative della Fondazione per la sussidiarietà, tanto da organizzare nel 2018 due eventi, uno a Crotone ed uno a Lamezia, volti a presentare l’importante rapporto sui giovani e riflettere sul tema del Mezzogiorno quale territorio strategico nell’ambito del Mediterraneo – spiega il presidente dell’Ente camerale pitagorico Alfio Pugliese – Il passo successivo è consistito nella creazione della scuola, come luogo di formazione dei giovani ed in particolare della nuova classe dirigente calabrese. Una scuola di formazione politica di livello così elevato, consente quel confronto e quell’approfondimento che sono elementi indispensabili per affrontare il processo decisionale nel rispetto della libertà degli individui preservando al contempo il principio di eguaglianza che sempre deve accompagnare le scelte operate orientate al bene comune”.
L’incontro di sabato 9 febbraio vedrà la prestigiosa partecipazione di Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà.